Di Carlo non ci sta: “Il Milan ha giocato da provinciale”

Il tecnico clivense analizza la prestazione degli avversari che a suo parere hanno rinunciato a creare gioco.

di Ivano Sorrentino 11 Aprile 2012 0:04
Spread the love

In casa Chievo c’è molto rammarico per la sconfitta subita contro il Milan al Bentegodi. Il tecnico gialloblù Di Carlo infatti, intervistato subito dopo la gara, ha mostrato tutto il suo rammarico per un risultato che a suo dire è bugiardo:”Quello di stasera è stato un risultato bugiardo, avremmo meritato il pareggio. Il Milan ha giocato da provinciale, difendendo il risultato dopo aver fatto un unico tiro in porta. Sono contento che i miei ragazzi abbiano fatto terminare la partita al Milan gettando la palla, vuol dire che gli abbiamo messo paura. Non posso rimproverare nulla ai miei ragazzi, abbiamo fatto la partita che volevamo, intensa ed attenta. Da questa partita però usciamo rafforzati, sappiamo di essere una squadra importante“.

Insomma al tecnico non è andato giù l’atteggiamento rinunciatario del Milan, l’allenatore infatti si aspettava più gioco da una squadra con un tasso tecnico incredibile. Nonostante questo l’allenatore è comunque soddisfatto della prova che hanno offerto i suoi giocatori in quanto hanno tentato di mettere in difficoltà i campioni rossoneri. Sopratutto negli ultimi minuti infatti il Chievo ha provato ad attaccare con maggiore determinazione costringendo i difensori del milan a sparacchiare spesso il pallone in avanti senza nemmeno provare a tessere trame di gioco offensive.Il Chievo dunque dimostra ancora una volta di essere una buona squadra e di meritare l’ottima posizione di classifica in cui si trova al momento. I gialloblù infatti esprimo spesso un gioco perfetto sotto il punto di vista tattico , imbrigliando letteralmente gli avversari e non facendoli esprimere al meglio.

Di Carlo infine dice la sua anche per quanto riguarda la lotta scudetto: “Probabilmente questa vittoria potrà portare nuovo entusiasmo al Milan; sono sicuro che potrà ancora dire la propria per lo scudetto, anche quando recupereranno i migliori giocatori. Un mese fa il Milan stava meglio della Juventus, adesso le cose sono diverse. Però ovviamente il Milan ha dovuto rinunciare in questo periodo a molti giocatori importanti, cosa non facile“.

Commenti