Il Cagliari e Cellino sono furiosi: “Arbitro da arrestare”

Al presidente del Cagliari non è andata giù l'espulsione di Pinilla dopo il gol ed inveisce contro il giudice di gara.

di Ivano Sorrentino 8 Aprile 2012 13:20

Il Cagliari ieri ha pareggiato la gara, giocata a Trieste, contro l’Inter per 2-2 La partita però non ha fatto mancare emozioni con i sardi che erano riusciti ad andare in vantaggio per ben due volte, salvo poi essere raggiunti dai gol di Milito prima e di Cambiasso poi. Insomma la sensazione è che i sardi abbiano sprecato una grande occasione per cogliere una vittoria importante, nonostante la classifica si possa comunque definire tranquilla. Un episodio però ha mandato su tutte le furie il presidente dei rossoblù Cellino, ovvero l’espulsione dell’attaccante Pinilla. Questo infatti, dopo aver segnato la rete dell’2-1 ha esultato smodatamente ma non si è comunque tolto la maglietta.

L’arbitro ha però comunque deciso di espellere il giocatore facendo in modo che l’Inter pareggiasse dopo pochi minuti, Cellino dunque non ci sta:”Sta per arrivare la Squadra Mobile per arrestare l’arbitroStavo scherzando… Buona Pasqua a tutti. La partita, però, l’avete vista tutti“. Insomma il presidente ha espresso tutto il suo rammarico ed il suo pensiero è stato condiviso anche da molti calciatori come ad esempio Cossu:”E’ un punto importante anche se tutto sommato meritavamo di vincere. Purtroppo abbiamo subìto un’espulsione che non avevo mai visto prima d’ora. Un’espulsione ingiusta e immotivata: il campo è attaccato alle gradinate, Pinilla è andato a festeggiare dai nostri tifosi e non si è assolutamente tolto la maglia“.

Anche Nainggolan è di questo parere:”Abbiamo meritato il pareggio, abbiamo sofferto solo nel finale. Sino al 2-1 abbiamo giocato bene, poi c’è stata quella espulsione e di conseguenza abbiamo dovuto difenderci di più. In parità numerica avremmo vinto noi, sul 2-1 avremmo potuto sfruttare il contropiede con l’Inter sbilanciata in avanti“. Infine è ancora Cellino a ringraziare i numerosi tifosi sardi che si sono presentati allo stadio Nereo Rocco di Trieste per sostenere i propri beniamini.

Commenti