Conte scaramantico: “Il campionato è nelle mani del Milan”

Il tecnico parla dopo l'importante vittoria dei suoi contro l'Inter. Una prova che ha ampiamente convinto Conte che comunque crede che sia il Milan ad avere maggiori opportunità di portare a casa lo scudetto.

di Ivano Sorrentino 26 marzo 2012 10:38

La Juventus non perde terreno e riesce a vincere il derby d’Italia rispondendo così all’ottima prova del Milan contro la Roma. L’inseguimento dunque continua grazie ad una vittoria che fa felice tutti, in primis il tecnico Antonio Conte: “Volevamo vincerla, non solo perchè conoscevamo il risultato del Milan ma perchè questo è il Derby d’Italia. Abbiamo affrontato una squadra piena di campioni che si trova in una posizione di classifica che non le compete. Venivamo dalle fatiche di Coppa Italia, giocavamo contro una squadra che non aveva nulla da perdere e conoscevamo il risultato del Milan, siamo stati bravi a vincere, siamo noi che teniamo vivo questo campionato“.

I bianconeri infatti sono stati più bravi degli avversari a sfruttare le occasioni da rete, riuscendo a raggiungere tre punti importanti grazie però anche al contributo dell’intramontabile capitano Del Piero. Proprio a lui Conte rivolge una serie di complimenti:”Per noi Alex è un valore aggiunto, sta bene e quindi gioca. L’ho fatto giocare in Coppa Italia e nel secondo tempo oggi, ha fatto due goal importanti, sono felice per lui. E’ attaccato a questa maglia e ci garantisce qualità, tra di noi c’è un rapporto molto sincero. Il suo futuro? Pensiamo al presente“.

Insomma tutto sembra essere andato al meglio per la Juventus ieri sera, anche se purtroppo per i bianconeri la classifica è rimasta intatta e permangono le quattro lunghezze da recuperare ai rossoneri. Una distanza di certo non insormontabile ma sufficiente a far dichiarare a Conte che il campionato è nelle mani del Milan: “Onestamente penso che questo campionato sia nelle mani del Milan. Non lo dico per mettere loro pressione, ma hanno una rosa così ampia che stanno riuscendo a sopperire a tutti gli infortuni che gli sono capitati. Sono la squadre più forte d’Italia e spero anche che vadano avanti in Champions“.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti