Buffon parla di El Shaarawy: “Aiutato dalla crisi del nostro calcio”

Il portiere della Juventus parla del giovane attaccante del Milan Stephan El Shaarawy.

di Ivano Sorrentino 19 Novembre 2012 23:31

L’unica nota positiva nel campionato giocato fino ad ora dal Milan sembra solamente essere Stephan El Sharaawy. L’attaccante di origini egiziane infatti non si ferma più e gol dopo gol sta cercando di traghettare i rossoneri fuori da una posizione di classifica spiacevole che sicuramente non si addice al blasone della squadra di Allegri. Anche nell’ultima partita giocata a Napoli il fuoriclasse ex Padova ha mostrato tutto il suo repertorio battendo De Santis prima con una fenomenale girata di prima, e poi con un piattone nell’angolino dopo uno scatto in profondità.

Il Milan dunque si affida al suo gioiellino anche nella prossima difficilissima partita che vedrà i rossoneri affrontare la capolista Juventus. Negli occhi dei tifosi milanisti ci sono ancora le immagini dell’ultimo confronto, quando le due squadre lottavano per lo scudetto e ai rossoneri fu negato l’ormai famoso gol di Muntari. Ora il match sta per ripetersi ma questa volta non si parla di sfida scudetto, anche se la sfida ha sempre un grande fascino a prescindere dalla posizione in classifica delle due squadre.

Ad andare in sala stampa quest’oggi è stato il portiere bianconero Gianluigi Buffon, un giocatore di grande esperienza che ha visto tantissimi astri nascenti del calcio imporsi nel panorama mondiale. Proprio per questo l’estremo difensore della Juventus parla del grande talento El Shaarawy sostenendo un suo pensiero personale: “Credo che El Shaarawy identifichi in maniera palese la situazione del calcio italiano oggi. Un giocatore come lui qualche anno fa non avrebbe avuto l’opportunità di giocare e di affermarsi in massima serie. Dobbiamo pensare che anche El Shaarawy oggi sta giocando perchè in estate il Milan ha venduto Ibrahimovic. Con questo non voglio assolutamente sminuire il valore del “faraone” ma voglio soltanto dire che dovremmo molto riflettere sui tanti giovani che non hanno opportunità di emergere. El Shaarawy forse è talmente forte che si sarebbe affermato lo stesso”.

Commenti