Barcellona, Rosell: “Ibrahimovic? Il peggior colpo della nostra storia”

di Simona Vitale 25 Settembre 2011 16:18

Nella tradizionale assemblea annuale del Barcellona, il Presidente Sandro Rosell ha parlato di quello che a suo dire è stato il colpo peggiore della sua blasonatissima squadra, ovvero l’acquisto di Zlatan Ibrahimovic.

Così, nonostante una stagione (quella appena trascorsa) ricca di ogni sorta di vittoria, pare che il presidente dei blaugrana non abbia digerito l’acquisto dello svedese, pagato 85-90 milioni di euro e “svenduto” al Milan per 24 milioni.

Non sono bastati 21 gol in stagione per consentire a Ibrahimovic di inserirsi in quella che probabilmente è la miglior orchestra del mondo del calcio, quella che offre le sinfonie più belle e incisive.

Senza dimenticare il non semplice rapporto con la piazza e con il tecnico Pep Guardiola, che hanno poi contributo a far prendere alla società la decisione di cederlo alla squadra di Galliani.

In Italia Ibra ha trascinato il Milan alla vittoria dello Scudetto, ma da parte di Rosell rimpianti non ce ne sono affatto (con i giocatori che ha disposizione, forse, è facile comprendere il perchè) e, anzi, ha dichiarato : “ E’ stato la peggiore operazione della storia del club“.

Diverso fu invece il caso del difensore Chygrynskiy, acquistato dalla squadra ucraina dello  Shakthar per 25 milioni e rivenduta alla stessa per 15. Ma come sostiene Rosell, in quel caso l’esigenza era “quella di far cassa“, mentre per il Barcellona Ibrahimovic era poca cosa.

Commenti