Barcellona, due record in una sera

Nella partita contro il Levante, Messi e compagni sono entrati nella storia della Liga.

di David Spagnoletto 26 Novembre 2012 13:01

Tutto in una sera per il Barcellona, che in colpo solo ha eguagliato il Real Madrid 1991-92 (37 punti nella prime 13 giornate della Liga) e ha stabilito un altro record.

Record che è arrivato al 14’ della partita in casa del Levante, quando Tito Vilanova ha mandato in campo Martin Montoya in sostituzione dell’infortunato Dani Alves, ritrovandosi a schierare così 11 giocatori proveniente dalla cantera, il prestigioso vivaio della società blaugrana.

Un’immensa soddisfazione per il club catalano che ha realizzato così il sogno del suo ex allenatore Louis Van Gaal, svelato dal centrocampista Xavi:

“Van Gaal disse una volta che il suo sogno era vedere in campo insieme 11 giocatori usciti dall’accademia e oggi questo è diventato realtà. E’ un’ulteriore prova del buon lavoro che e’ stato fatto per molti anni”.

Sulla stessa lunghezza d’onda anche il campione del mondo e d’Europa Gerard Piquè:

“È motivo di orgoglio per tutti i tifosi del Barca il fatto che 11 giocatori ‘di casa’ siano in campo insieme, perché dimostra che l’accademia è in buona forma e che stiamo lavorando bene”.

Questo record è ancora più bello se pensiamo che fra le fila dei rivali del Real Madrid ci sono solo due i giocatori cresciuti nella giovanili dei blancos: Iker Casillas e Alvaro Arbeloa.

Commenti