Allegri risponde a Pato: “Ci vuole pazienza”

Il tecnico dei rossoneri risponde a Pato e si prepara per la sfida contro la Juventus.

di Ivano Sorrentino 24 Novembre 2012 18:59

Ore di attesa in casa Milan per la sfida di domani contro la Juventus. La squadra milanese infatti sente molto la sfida e, dopo il buon pareggio in casa del Napoli, tenterà di mettere il bastone tra le ruote della capolista per portare a casa i tre punti. La prima domanda dei giornalisti però non è relativa alla partita contro i bianconeri ma alla situazione Pato. Il giocatore brasiliano infatti dopo la vittoria con l’Anderlecht si è lasciato scappare dichiarazioni strane che hanno messo in allerta l’ambiente rossonero. Allegri tuttavia chiede al giocatore di avere pazienza:“Il suo è stato uno sfogo a caldo, deve solo capire che serve pazienza per tornare quello di un tempo. E’ prematuro parlare di una sua partenza, pensiamo solo al campionato adesso. So che vuole giocare e gli ho parlato, ho detto lui che deve avere pazienzadeve capire che tornerà ad essere importante quando sarà in condizione. Robinho? Potrebbe giocare titolare domani”.

La risposta successiva invece è tutta per la partita contro i bianconeri, di cui Allegri ha grande timore:“Affrontiamo la squadra che è in testa alla classifica, quella che ha vinto l’ultimo campionato. Loro hanno ottimi giocatori e sono ben messi in campo, hanno grande autostima e a noi servirà un’ottima partita per fare risultato. Sappiamo che andiamo a sfidare la squadra più forte”. Tuttavia il tecnico non è ancora convinto dell’undici da mandare in campo contro i bianconeri:”E’ possibile che ci sia qualche cambio rispetto alle ultime uscite, qualcuno dei nostri giocatori potrebbe esser stanco dopo gli ultimi impegni. A centrocampo cambierò qualcosa e De Jong giocherà, farò le mie valutazioni entro domattina, speriamo che vada bene. Mexes e Constant? Sono recuperati”.

Infine le ultime parole di Allegri sono per Conte, che non potrà sedere sulla panchina della Juve:”Se la cosa ha pesato sulla Juve? Non credo proprio visto che hanno 32 punti. Col Chelsea hanno fatto benissimo, credo che sia stata più che altro una sofferenza per lui non poter andare in panchina“.

Commenti