Allegri ironizza sulla Juventus: “Gli scudetti sono 31”

L'allenatore del Milan è tornato a punzecchiare la società bianconera in merito agli scudetti vinti.

di David Spagnoletto 11 Luglio 2012 11:13

Massimiliano Allegri è tornato a punzecchiare la Juventus. Questa volta non è l’ormai famoso gol di Muntari della scorsa stagione a far discutere, ma i campionati vinti dalla squadra bianconera.

Ecco le parole dell’allenatore del Milan rilasciate al Corriere dello Sport e alla Gazzetta dello Sport:

“Gli scudetti della Juventus? Se per Zeman sono 28, per me sono 31. Nessuno considera il campionato di Serie B. Ma ora basta con questo teatrino, c’è un organo competente che decide”.

Il tecnico livornese ha parlato anche di Zlatan Ibrahimovic:

“Quest’anno assieme ad Ambro e Thiago dovrà diventare un esempio per i compagni. Lui è uno che si responsabilizza molto, avrà grande voglia di rimettersi in discussione per provare a far meglio dell’anno scorso. Lo cambierei con Balotelli? Mario all’Europeo ha dato una grande dimostrazione di crescita, ma Ibrahimovic non lo cambio con nessuno”.

Allegri ha dichiarato di essere contento per la permanenza in rossonero dell’attaccante svedese e del difensore brasiliano, le cui partenze sarebbero molto difficili da colmare.

Sempre riguardo il mercato, il mister del Milan si augura che possa arrivare un “regista davanti alla difesa“, in sostituzione di Van Bommel, che ha lasciato il club di via Turati dopo un anno e mezzo di permanenza.

Commenti