Allegri fa il punto sul mercato del Milan

Il tecnico rossonero parla a ruota libera della sua rosa e del mercato quando mancano pochi giorni all'inizio del campionato.

di Ivano Sorrentino 18 Agosto 2012 17:21

Massimiliano Allegri non sembra aver fatto un dramma dopo le cessioni illustri che hanno obiettivamente indebolito la rosa del Milan. L’allenatore toscano infatti ha continuato a lavorare a testa bassa cercando di fare il meglio con i giocatori a sua disposizione, proprio per questo si è presentato in sala stampa molto sereno e con le idee molto chiare:“Di giocatori come Thiago Silva ne nasce uno ogni tanto. Nesta è stato un campione immenso. Adesso è impensabile poter comprare campioni: abbiamo Yepes e Bonera che lavorano con me già da due anni, Zapata che è arrivato adesso, ed anche Mexes ed Acerbi”.

Questo il parere del tecnico per quanto riguarda il reparto difensivo, sulla zona offensiva invece la situazione sembra essere un tantino più complicata:“Non credo che la Juve si priverà di Matri, Borriello e Pazzini sono ottimi giocatori, ma decideranno le loro società cosa fare. Cassano? Da qui al 31 agosto vedremo cosa succederà. Si è messo a disposizione e non ha chiesto garanzie tecniche anche perché nessuno può darne. Numericamente siamo a posto, ci manca solo una punta. Ma se arrivassero anche un centrocampista e un terzino sinistro saremmo più contenti”.

Nonostante i rumors di mercato Allegri ritiene che la squadra debba al più presto concentrarsi sull’imminente inizio di campionato che vedrà il Milan affrontare la neopromossa Sampdoria. Interrogato su quali siano gli obiettivi stagionali della sua squadra, Allegri ha così risposto: “Dovremo adeguarci alle partenze di Ibra e Thiago senza perdere di vista gli obiettivi di questa squadra che deve rientrare almeno tra le prime 3. La Juventus è favorita e ha fatto un buon mercato. La metto un gradino avanti ad Inter, Roma, Napoli e Milan. Tuttavia, credo che saremo in grado di fare una buona annata”.

L’ultima battuta di Allegri riguarda l’attacco titolare, anche su questo punto l’allenatore ha idee chiarissime: “Pato è rientrato e giocherà insieme a Boateng e ad uno tra Robinho ed El Shaarawy”.

Commenti