Stramaccioni a ruota libera tra mercato e addii

Il tecnico dell'Inter parla degli obiettivi nerazzurri in questi ultimi giorni di mercato e saluta i giocatori che sono partiti.

di Ivano Sorrentino 29 Agosto 2012 17:55
Spread the love

L’Inter è ancora sul mercato e prima del 31 Agosto la squadra nerazzurra potrebbe mettere a segno altri colpi volti a rinforzare una rosa che è già apparsa molto competitiva nella prima gara di campionato. Il giovane tecnico Stramaccioni sembra avere le idee chiarissime sui punti di forza e di debolezza della sua squadra e nella conferenza stampa prima della gara di stasera contro il Vaslui, valevole come preliminare di Europa League, ha parlato innanzitutto di alcuni giocatori che hanno scelto di partire come il brasiliano Julio Cesar:Julio Cesar è stato uno di quelli a cui dire sempre grazie perché mi ha aiutato quando sono venuto qui ma le scelte societarie a volte prescindono anche dall’affetto. Ho un grande legame con lui, anche il presidente e credo sia giusto Julio saluti i tifosi come merita”.

Oltre al portiere brasiliano ben presto potrebbe partire anche un altro uomo simbolo dell’Inter degli ultimi anni, ovvero l’esterno Ma0icon. Ecco il parere del tecnico:“La sua situazione era comunque delineata fin dall’inizio, non ci facciamo trovare impreparati perché ci sono Zanetti, una certezza, e Jonathan. Le caratteristiche di Maicon le ha solo lui, è innegabile. vediamo da qui al 31 che succede, ma se resta siamo tutti felici, io per primo”. 

Insomma alla fine l’esterno potrebbe anche restare ma ciò non toglie che a prescindere la squadra cercherà fino all’ultimo minuto utile di mettere a segno qualche importante colpo sul mercato, e in questo senso il volto nuovo potrebbe essere un centrocampista:De Jong non è una domanda da fare a me anche perché abbiamo ben due direttori che seguono il mercato. Ho sentito parlare del vice Milito tutta l’estate, ma se arriva un giocatore deve essere funzionale al gioco dell’Inter. O arriva un giocatore che sposa questa idea o restiamo così, d’accordo col presidente.

Commenti