Si avvicina il clasico Real Madrid-Barcellona, Kakà ottimista

Domani l'ex fantasista di San Paolo e di Milan difficilmente sarà titolare. Mourinho si affiderà soprattutto a Cristiano Ronaldo. Nel Barcellona un dubbio: l'ex Udinese Sanchez o Villa

di Gianni Monaco 9 Dicembre 2011 15:25

Mancano poco più di 24 ore al clasico di Spagna tra Real Madrid e Barcellona. Gli uomini di Josè Mourinho si presentano al grande appuntamento galvanizzati dalla vetta della classifica e dallo strepitoso cammino in Champions League. Ma anche il Barcellona sta bene. Gli uomini di Guardiola, tra l’altro, si aspprestano a disputare il Mondiale per club di Yokahama, un titolo a cui si punta moltissimo.

Ma ora c’è da pensare al big match del Santiago Bernabeu. Ricardo Kakà ha fiducia nei suoi compagni di squadra: “Pensiamo al Clasico ma non ne parliamo. E’ il momento di pensarci soltanto. Sarà una partita speciale però non è il momento di parlarne. Questo incontro ha una dimensione enorme. Per questo stiamo lasciando che siano gli altri a parlarne. Le possibilità di battere il Barcellona? La nostra squadra è molto buona – ha detto l’ex fantasista di San Paolo e Milan – però credo che potremo migliorare e continuare a crescere. Quella che abbiamo intrapreso è la strada giusta”.

Domani difficilmente il brasiliano sarà titolare. Mourinho dovrebbe puntare ancora una volta su Cristiano Ronaldo, Higuain, Di Maria e Ozil. Il tridente offensivo del Barcellona sarà invece composto da Messi e Fabregas, più uno fra Villa e Sanchez.

Commenti