Serie A: top e flop della 16° giornata

di Ernesto Vanacore 19 Dicembre 2011 18:29

La consueta rubrica settimanale con i migliori e i peggiori della Serie A ci riserva davvero diverse sorprese: non sono le grandi a dominare, bensì i grandi che militano nelle piccole. Il migliore è stato Di Michele del Lecce, al quale vanno grandi complimenti per la doppietta rifilata al Parma. Di seguito la nostra classifica con i Top e i Flop di questa giornata.

CLASSIFICA TOP:

  • Quarta posizione per Antonio Nocerino, centrocampista del Milan. I rossoneri continuano la loro marcia verso il primo posto e gran parte del merito è suo. Contro il Siena dimostra grande dinamismo e soprattutto una grinta fuori dal comune. Il suo gol regala alla squadra i tre punti, che si sommano ad un’immensa gioia personale. Si vede che le precedenti grandi prestazioni non erano solo un caso. RIVELAZIONE.
  • Il portiere dell’Inter Julio Cesar occupa il terzo posto. La sua squadra vince a fatica contro il Cesena, salvati da un gol del difensore Ranocchia. In realtà è stato proprio il portiere brasiliano ad evitare la sconfitta con pregevoli parate. Mutu e compagni sbattono troppo spesso contro un muro che sembra tornato quello dei bei tempi. SPIDER MAN.
  • Al secondo posto troviamo Erik Lamela della Roma. Il giovane talento argentino sblocca il risultato dopo solo tre minuti con la complicità di De Sanctis e avvia i giallorossi verso la vittoria finale. Nell’arco dei 90 minuti emerge l’estro di quello che è destinato a diventare un vero fuoriclasse del calcio. PRODIGIO.
  • David Di Michele sale sul gradino più alto del podio. Il Lecce parte sfavorito nel match fuori casa col Parma. Nonostante il vantaggio dei padroni di casa, il capitano prende la squadra sulle spalle e segna una doppietta che regala il momentaneo vantaggio ai suoi. Due gol stupendi, in particolare quelli in rovesciata, che non riescono per pura sfortuna a portare i tre punti ai pugliesi. Di certo il pareggio non è colpa sua. TRASCINATORE.
CLASSIFICA FLOP:
  • Al quarto posto troviamo il cagliaritano Thiago Ribeiro. L’attaccante arrivato in estate sta deludendo i tifosi rossoblu e contro il Chievo si rende protagonista di una pessima prestazione. Risultato? Il Cagliari prende due palloni e non segna neanche una volta, soprattutto per colpa sua. DELUDENTE.
  • Il portiere viola Artur Boruc si prende il terzo posto tra i peggiori della settimana. Dopo una serie di prestazioni convincenti decide di prendersi una giornata di ferie, almeno nella sua testa. Scende in campo con il resto della squadra ma è come se non ci fosse. Subisce due reti opera di due gravi disattenzioni e la Fiorentina non va oltre il 2 a 2 in casa. Sicuramente dovrà riprendersi presto. DORMIENTE.
  • Seconda posizione per Devis Mangia. L’allenatore del Palermo ha perso il feeling con le buone prestazioni iniziali e si vede. Nel derby col Catania non c’è partita e i padroni di casa vincono e convincono a discapito dei rosanero mai in partita. Non si può certo dire che abbia messo bene la squadra in campo e Zamparini, per dare l’ennesima svolta alla stagione, decide di esonerarlo. INCOMPETENTE.
  • Il primo posto è tutto per il Napoli. L’unico a salvarsi degli azzurri è Lavezzi, costretto ad uscire per infortunio. Tutti gli altri, compreso Mazzarri, sono protagonisti di una partita sì sfortunata, ma davvero orribile. Ci vorrebbe più concentrazione e quella voglia di vincere che si è vista in Champions League. Intanto in campionato la crisi di risultati è palpabile. IRRICONOSCIBILE.
Commenti