Serie A: il derby della Lanterna va alla Sampdoria

La squadra di Ciro Ferrara si impone 3-1 nella stracittadina. Il Genoa sprofonda all'ultimo posto.

di Antonio Ferraro 18 novembre 2012 22:52

Il posticipo domenicale della tredicesima giornata di Serie A propone in derby della Lanterna. Una vera e propria sfida salvezza quella che va in scena allo stadio Marassi. Dopo le gare del pomeriggio, infatti, la Sampdoria si trova al penultimo posto in classifica a quota dieci. Il Genoa di Delneri è addirittura ultimo, a un punto dai ‘cugini’.

PRIMO TEMPO – Ciro Ferrara propone un accorto 4-5-1, con Icardi unica punta. A centrocampo Krsticic e Munari agiscono sulle fasce, con Obiang, Poli e Maresca a fare da cerniera centrale. Non ce la fa Eder, che non è neanche in panchina. Delneri, invece, si affida al suo solito 4-4-2, con Jankovic e Antonelli ai lati, Borriello e Immobile in avanti.

Il primo quarto d’ora è di marca genoana, ma al 16′ è la Samp a passare: Maresca tira da fuori, la palla viene intercettata all’altezza del dischetto da Poli, che fredda Frey. Al 36′ gli uomini di Ferrara trovano il raddoppio: Icardi arriva di fronte a Frey e tira; l’estremo difensore francese respinge, ma Bovo in corsa non riesce a togliere la gamba, mettendo la palla nella propria porta. 2-0 Samp e Gradinata Sud in delirio. Prima del duplice fischio di Mazzoleni, i blucerchiati vanno ancora vicini al gol prima con Icardi, poi con Munari.

SECONDO TEMPO – Il Genoa torna in campo con un piglio diverso grazie agli ingressi di Vargas e Bertolacci al posto di Tozser e di un frastornato Cesare Bovo. Al 28′ i rossoblu accorciano le distanze: mischia in area blucerchiata sugli sviluppi di un calcio d’angolo, il pallone arriva a Immobile, che mette in rete. Dieci minuti dopo il Genoa va vicino al pari con Vargas, che dal limite dell’area manda di poco a lato. Ma è un fuoco di paglia, perché all’88’ la Samp chiude la partita grazie a Icardi: Tissone, entrato al posto di Maresca, serve l’attaccante argentino, che davanti a Frey segna con il destro. 3-1 per gli uomini di Ferrara e derby in ghiaccio.

Tre punti fondamentali per i blucerchiati, che in classifica superano in un colpo solo Palermo, Pescara, Chievo, Bologna e Siena, portandosi a 13 punti. Sprofonda all’ultimo posto il Genoa di Gigi Delneri. Questo il tabellino del match:

Sampdoria (4-5-1): Romero; Costa, Gastaldello, Rossini, Mustafi; Obiang, Maresca (Tissone, 83′), Poli, Munari, Krsticic (Estigarribia, 66′); Icardi (Soriano, 89′). A disp.: Berni, Renan, Castellini, Poulsen, De Silvestri, Juan Antonio, Savic, Austoni, Falcone. All.: Ferrara

Genoa (4-4-2): Frey; Sampirisi (Rossi, 83′), Granqvist, Bovo (Bertolacci, 46′), Moretti; Jankovic, Kucka, Tozser (Vargas, 46′), Antonelli; Borriello, Immobile. A disp.: Tzorvas, Donnarumma, Canini, Merkel, Seymour, Melazzi, Hallenius, Said. All.: Delneri

Arbitro: Mazzoleni

Marcatori: Poli 16′, aut. Bovo 36′ (S); Immobile 73′ (G); Icardi 88′ (S)

Ammoniti: Munari, Icardi (S); Moretti, Sampirisi, Kucka, Antonelli (G)

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti