Roma, idea Villas Boas

Sulla scena giallorossa irrompe l'ex allenatore del Chelsea. Le alternative di lusso si chiamano Prandelli e Capello

di Alessandro Mannocchi 27 Aprile 2012 16:13
Spread the love

La notizia è nell’aria da qualche giorno. Luis Enrique molto difficilmente rimarrà alla guida della Roma anche nella prossima stagione. La dirigenza capitolina si starebbe dunque guardando attorno per cercare un sostituto.

Nelle ultime ore, secondo indiscrezioni, sarebbe spuntato un nome clamoroso: Andre Villas Boas. Il tecnico portoghese, dopo il flop sulla panchina del Chelsea, potrebbe rappresentare la scelta giusta. L’ex trainer del Porto sa lavorare con i giovani, e visto che in giallorosso di talenti emergenti ce ne sono tanti, l’idea potrebbe essere tutt’altro che utopistica. Il direttore generale Franco Baldini non ha mai nascosto la propria ammirazione verso l’allenatore lusitano, avendolo già cercato in estate. Ma all’epoca, il tutto venne bloccato dalla maxi clausola rescissoria richiesta dal Porto di ben 15 milioni di euro.

Non dovesse concludersi a buon fine l’affare Villas Boas, la dirigenza giallorossa avrebbe già in mano alcune importanti alternative. La prima si chiama Cesare Prandelli, attuale ct della Nazionale azzurra. Tutto dipenderà dall’esito degli Europei che si disputeranno a giugno in Ucraina e Polonia. Prandelli fu già allenatore della Roma nel 2004, ma gravi motivi familiari costrinsero il tecnico di Orzinuovi a lasciare l’incarico. Tra i papabili è tornato prepotentemente in auge Fabio Capello. L’ex commissario tecnico dell’Inghilterra ha dichiarato di voler tornare ad allenare un club.

Sono stati accostati alla compagine giallorossa pure i giovani Jurgen Klopp e Rudi Garcia, rispettivamente allenatori di Borussia Dortmund e Lille. Il primo ha vinto per il secondo anno consecutivo la Bundesliga, mentre Garcia trionfò nella Ligue 1 la scorsa stagione ed è ancora in corsa per vincere il campionato francese.

Francamente ci pare difficile che nella Capitale possano arrivare Guardiola e Bielsa. Lo spagnolo e l’argentino infatti hanno richieste da grossi club e sono sui taccuini di mezza Europa. E al momento, tranne cataclismi o miracoli, non crediamo che la Roma possa centrare la Champions League, requisito utile per arrivare all’ex tecnico del Barça o a quello dell’Atletico Bilbao.

Commenti