Roma: da oggi De Rossi può andare dove vuole

di Ernesto Vanacore 1 Febbraio 2012 17:47

Il calciomercato è terminato da poche ore e tutte le squadre di Serie A hanno cercato di rinforzarsi per arrivare agli obiettivi prestabiliti entro fine stagione. Ciò che salta all’occhio, per quanto riguarda il mercato dell’AS Roma, è il fatto che ha sì riscattato metà cartellino di Fabio Borini, ma ha apportato in rosa un solo calciatore “nuovo”: si tratta del centrocampista brasiliano Marquinho, arrivato dal Fluminense.

Un mercato povero di innesti, attuato senza considerare la questione Daniele De Rossi. Il suo contratto scade a giugno e, secondo le regole del calciomercato, a partire da oggi potrebbe firmare un contratto con qualsiasi club interessato alle sue prestazioni; contratto che entrerebbe in vigore proprio a giugno di quest’anno.

Si tratta dunque di una situazione di continua incertezza, sia per il talentuoso centrocampista sia per la società giallorossa. E pensare che fino alla settimana scorsa era pronto un contratto quinquennale da 6 milioni di euro a stagione. Il club capitolino si sarebbe inoltre cautelato con una clausola rescissoria compresa tra i 10 e i 15 milioni di euro, che l’eventuale società acquirente avrebbe dovuto esercitare a un mese dal termine della stagione. Insomma, la trattativa col calciatore era ben avviata ma per motivi ignoti è rimasta solo un’idea mai messa in pratica. 

I tifosi sono in protesta, impauriti da una possibile partenza (tra l’altro a costo zero) del capitan futuro al termine della stagione.
Lo stesso De Rossi è stato abbastanza vago riguardo al suo futuro, premettendo comunque che la sua volontà è quella di rimanere nella capitale.

L’ultimo aggiornamento riguardo questa situazione risale all‘assemblea dei soci dell’AS Roma, in cui si è discusso molto del contratto del numero 16. Alla stampa ha parlato il dg Franco Baldini: “La questione non posso esprimerla pubblicamente perchè non mi consentirebbe di andare avanti con serenità nella trattativa col giocatore. E’ una partita che va avanti da tempo ma personalmente mi ritengo tranquillo, non sono preoccupato dalla scadenza del 31 gennaio, ormai arrivata. Il rinnovo non ancora ottenuto potrà lasciare spazio a tante interpretazioni e mi assumerò la responsabilità di questa decisione. Per adesso va tutto bene, rassicuro i tifosi e garantisco che a breve arriverà una risposta definitiva”.

Commenti