Ritorna il giovedì di Europa League con quattro gare clou.

Liverpool contro Anzhi Makhachkala, Dnipro contro Napoli, Moenglabdach al cospetto del Marsiglia e Lione contro Athletic Bilbao: i big match dell'Europa League

di Antonio Pio Cristino 25 Ottobre 2012 11:37

Il gruppo A presenta il big match della serata Europa League, la sfida tra Liverpool e Anzhi Makhachkala all’Anfield Road. La gara tra inglesi e russi rivestirà un particolare significato soprattutto per i padroni di casa, reduci dall’ultimo KO europeo casalingo contro l’Udinese. Proprio i friulani potrebbero approfittare dello scontro in terra britannica, per spiccare il salto verso la vetta solitaria del girone in caso di vittoria contro lo Young Boys. Per l’Anzhi di Eto’o, capolista nella Premier Liga russa, potrebbe invece essere l’occasione di eliminare una pericolosa contendente.

Probabilmente sarà l’ultima chance utile al Borussia Moenglabdach di riaprire il discorso qualificazione nel gruppo C. I tedeschi affronteranno il Marsiglia capolista del girone tra le mura amiche, mentre i ciprioti dell’AEL Limassol avranno poche speranze contro l’altra squadra al vertice, il Fenerbahce. Una duplice vittoria di francesi e turchi potrebbe sancire i verdetti del girone con grande anticipo.

Nel gruppo F il Napoli promette di fare turn over anche sul campo del Dnipro accettando il rischio di pagare tale scelta come già avvenuto nell’ultima trasferta europea contro il PSV Eindhoven. Mentre gli olandesi saranno impegnati in Svezia contro il fanalino di coda AIK Solna, i napoletani cercheranno di fermare la corsa degli ucraini attualmente in testa al girone a punteggio pieno.

Olympique Lione contro Athletic Bilbao sarà invece la gara clou del gruppo I. Gli spagnoli vicecampioni di Europa League in carica rischiano la clamorosa esclusione fin dal primo turno, dopo aver racimolato un solo punto nelle due gare iniziali del torneo. I francesi invece conducono la classifica a punteggio pieno e, vincendo al ‘de Gerland’, potrebbero chiudere la pratica qualificazione già da questa sera. Lo Sparta Praga, che ospita l’Hapoel Kiryat, sarà lo spettatore interessato dagli esiti della gara in terra francese.

Inter-Partizan Belgrado desta preoccupazioni più per motivi di ordine pubblico, legati all’arrivo di tanti ultras serbi in terra milanese, che per l’eventuale esito sportivo. Gli italiani appaiono infatti in grado di avere la meglio sull’attuale ultima della classe del gruppo H, così come il Rubin parte abbondantemente favorito nel derby ex sovietico contro il Neftchi Baku.

La Lazio dovrà invece guardarsi dall’insidia rappresentata dall’Olimpico di Atene, sede della sfida contro il Panathinaikos nel gruppo J. Sarà una gara quasi da dentro fuori per i padroni di casa, mentre il Tottenham potrebbe rischiare di complicare ulteriormente il proprio percorso qualificazione nel caso non arrivasse un buon risultato dalla trasferta in casa del Maribor.

Nel girone B, l’Atletico Madrid capolista di Spagna ospiterà i portoghesi dell’Academica in un derby iberico dal pronostico scontato. Figura invece più equilibrata la gara tra Hapoel Tel Aviv e Viktoria Plzen, entrambe interessate dalla lotta al secondo posto del gironcino.

Newcastle e Bordeaux potrebbero accumulare un vantaggio decisivo in caso di vittoria per entrambe nelle gare previste dal raggruppamente D rispettivamente contro Club Bruges e Maritimo, mentre nel girone E lo Stoccarda proverà a rilanciarsi anche in Europa League contro il Kobenhaven. Nei gruppi G, K ed L, le partite più interessanti si terrano rispettivamente tra Genk e Sporting Lisbona, Rosenborg e Methalist Kharkiv e Levante contro FC Twente.

Commenti