Gli ultimi verdetti dell’Europa League

Liverpool, Anzhi Makhachkala, Steaua Bucarest, Stoccarda, Basilea e Tottenham completano il quadro delle qualificate di Europa League.

di Antonio Pio Cristino 7 dicembre 2012 9:37

Lo scenario più particolare si è alla fine verificato nel girone A di Europa League. Liverpool, Anzhi Makhachkala e Young Boys hanno chiuso la loro partecipazione nel gruppo A di qualificazione a pari punti. Il passaggio del turno è stato dunque deciso dalla classifica avulsa che ha premiato inglesi e russi, rispettivamente primi e secondi, a danno degli svizzeri.

Liverpool e Anzhi si aggiungono alle ultime qualificate della tornata: Steaua, Stoccarda, Basilea e Tottenham.

GRUPPO A – La rotonda vittoria dello Young Boys contro l’Anzhi, nella gara disputata al ‘Suisse Wankdorf’, è stata inutile se non per mera soddisfazione personale. Il 3-1 inflitto ai russi di Samuel Eto’o (Zarate, Costanzo e Gonzàlez; Ahmedov per gli ospiti che hanno chiuso in dieci uomini per l’espulsione di Traore), non è bastato allo Young Boys ai fini della qualificazione poichè vanificato dall’1-0 del Liverpool in casa dell’Udinese (Henderson). Russi e inglesi hanno primeggiato così nella classifica avulsa e hanno passato il turno.

GRUPPO B – L’unica novità che si poteva attendere dall’ultima giornata del secondo gruppo di Europa League, si è puntualmente verificata. Il Viktoria Plzen ha battuto l’Atletico Madrid nello scontro al vertice (1-0, Prochazka), superandolo al primo posto. L’altra gara del girone tra Hapoel Tel Aviv e Acadèmica de Coimbra, completamente ininfluente per la classifica, si è chiusa sul 2-0 per gli israeliani.

GRUPPO C – Nel gruppo dove le posizioni erano certe fin dalla scorsa tornata, si è distinto il rotondo 3-0 dell’AEL Limassol sull’Olympique Marsiglia. Lo scontro tra la prima, Fenerbahce, e la seconda, il Borussia Moenglabdach, ha visto l’exploit dei tedeschi, 0-3, al ‘Saracoglu’. Curiosità della gara d’Istanbul: l’arbitro De Sousa non ha dovuto estrarre alcun cartellino.

GRUPPO D – Il Bordeaux ha difeso anzi, ha più che confermato il primato nel girone grazie al 2-0 (doppietta di Diabaté) inflitto alla seconda classificata del gruppo, Newcastle United. La gara tra le due escluse, Maritimo e Bruges, è invece terminata 2-1 a favore dei portoghesi che hanno così conquistato il terzo posto definitivo.

GRUPPO E – Nell’altro girone dove erano a disposizione i due posti promozione, l’hanno spuntata lo Steaua Bucarest e lo Stoccarda. I rumeni hanno pareggiato 1-1 (Rusescu, quindi il pareggio di Vetokele) nel big match di giornata al ‘Parken’ di Copenaghen, ed hanno mantenuto il primo posto. Lo Stoccarda invece è stato clamorosamente sconfitto al ‘Benz-Arena’ dal Molde già eliminato (0-1, Angan), riuscendo comunque a salvare la qualificazione in virtù del vantaggio negli scontri diretti contro i danesi.

GRUPPO F – Il Dnipro ha dilagato contro l’AIK Stoccolma vincendo 4-0 (Kalinic, doppietta di Zozulya e Kravchenko), e legittimando il primo posto nel girone F già acquisito da tempo. Non altrettando ha fatto il Napoli ‘B’ in casa contro il PSV Eindhoven. La seconda in classifica del raggruppamento F ha subito il netto 1-3 degli olandesi (tripletta di Matavz), nonostante l’iniziale vantaggio del capocannoniere del torneo Cavani.

GRUPPO G – Genk e Basilea hanno chiuso la loro avventura nel girone con lo 0-0 dello scontro diretto e la qualificazione per entrambe. Il pari infatti è bastato agli svizzeri per assicurarsi il passaggio ai sedicesimi di finale del torneo nonostante il rinvio della gara tra le terza della classe, il Videoton, e lo Sporting Lisbona. Infatti in caso di arrivo a pari punti, il Basilea passerebbe per il vantaggio acquisito nel doppio confronto contro gli ungheresi.

GRUPPO H – Sia il Rubin Kazan sia l’Inter hanno pareggiato la loro ultima gara di qualificazione rispettivamente in casa del Partizan Belgrado, 1-1, e al ‘Meazza’ contro il Neftchi Baku, 2-2. Le due formazioni erano già passate alla fase ad eliminazione diretta.

GRUPPO I – L’Olympique Lione, primo del girone, ha raggiunto quota sedici punti sui diciotto disponibili dopo il 2-0 all’Hapoel Kiryat Shmona (Sarr e Benzia). La seconda della classe Sparta Praga ha invece pareggiato 0-0 a Bilbao contro l’Athletic.

GRUPPO J – Il Tottenham ha strappato il pass per i sedicesimi di finale di Europa League con un netto 3-1 inflitto all’altra contendente, il Panathinaikos, al ‘White Harte Lane’. Gli inglesi però si sono dovuti accontentare del secondo posto finale nel gruppo J, poichè la Lazio ha sbancato il ‘Ljudski Vrt’ con un netto 4-1, salvaguardando la prima posizione.

GRUPPO K – Il Bayer Leverkusen ha battuto il Rosenborg con un goal del giovane terzino Riedel. Il Rapid Vienna ha invece ottenuto i primi tre punti della sua stagione europea con una rete di Alar alla capolista del girone Metalist Kharkiv.

GRUPPO L – L’Hannover 96 ha difeso il primo posto del girone dall’assalto del Levante anzi, i tedeschi, inizialmente in vantaggio 0-2 (Stindl e Ya Konan), si sono fatti rimontare dagli spagnoli solo nel finale (Vicente Iborra in pieno recupero, dopo l’1-2 di Angel). L’Helsingborgs infine ha evitato l’ultimo posto nel raggruppamento espugnando 3-1 il ‘De Grolsch Veste’ di Twente.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti