Psg: Pato e Kakà nei sogni proibiti di Ancelotti

di Simona Vitale 23 Dicembre 2011 16:00

Strano destino quello di Carlo Ancelotti che, da nuovo allenatore del Paris Saint Germain, si troverà ad affrontare in amichevole il 4 gennaio a Dubai proprio il Milan, che lo ha visto come suo tecnico dal 2001 al 2009 e con il quale ha stravinto ogni sorta di trofeo, sia come giocatore che come allenatore. Il Milan, tra l’altro, è anche la squadra alla quale sia Leonardo, direttore sportivo del Psg, che Ancelotti, guarderanno nell’ottica del calciomercato. Pare infatti che i giocatori, oggetto dei sogni proibiti dell’allenatore italiano, siano due elementi tanto cari al Milan: Alexandre Pato e Kakà. Entrambi i calciatori hanno uno splendido ricordo ed  un ottimo rapporto con il tecnico emiliano.

Ancelotti vorrebbe proprio loro come elementi di spicco per rilanciare il Paris Saint Germain non solo ai vertici indiscussi del calcio francese, ma anche, e soprattutto, di quello europeo che conta. Ricordiamo, infatti, che il Psg è stato anche eliminato dall’Europa League, sebbene sia primo nella Ligue. Kakà, alla corte di Mourinho al Real Madrid, non sembra trovare tantissimi spazi e numerose sono le richieste di club importanti che arrivano per lui. Due su tutte dalla Premier League, essendo Kakà ricercatissimo sia dall’Arsenal che dal Chelsea. Presumibilmente però Kakà sarebbe più favorevole a tornare alla corte di Ancelotti, che tanto lo ha valorizzato al Milan.

Discorso diverso per Alexandre Pato che, nonostante diversi infortuni che lo hanno bloccato, ha comunque realizzato 51 gol in 3 anni e mezzo al Milan e, alla giovane età di 22 anni, la dirigenza rossonera punta ancora su di lui per il futuro del Milan. Tuttavia, nell’attesa che si realizzino i sogni di Ancelotti, valide alternative si profilano all’orizzonte per il Psg: il brasiliano del Porto Hulk, già fortemente voluto da Leonardo nella scorsa estate e Eden Hazard, trequartista del Lille, attualmente nel mirino del Manchester United.

Commenti