Prandelli anticipa qualche convocazione per Euro 2012

Il commissario tecnico della nazionale Cesare Prandelli si è lasciato andare a qualche anticipazione sui possibili convocati per Euro 2012.

di Ivano Sorrentino 9 Maggio 2012 13:47

Non manca moltissimo agli europei e tra poco il commissario tecnico della nazionale Cesare Prandelli dovrà rendere nota la lista dei giocatori convocati. Molti sono i dubbi dell’allenatore, così dell’opinione pubblica, sopratutto sugli attaccanti che il tecnico deciderà di portare all’importante manifestazione continentale. Lo stesso Prandelli però si è lasciato andare ad alcune importanti anticipazioni proprio per quanto riguarda i nomi degli uomini che andranno a comporre il reparto offensivo azzurro:”Cassano farà bene, anche perchè è consapevole di quello che ha passato. Balotelli? Dobbiamo dare una possibilità a chi ha talento e Mario ne ha tanto. Totti e Del Piero, invece? L’ho detto e lo ripeto: se fossimo stati in una gravissima emergenza li avrei presi in considerazione. Così preferisco affidarmi a ragazzi di prospettiva…“.

Insomma le idee del mister sembrano chiarissime e dunque non dovrebbero esserci spiragli per due vere e proprie bandiere come Totti e Del Piero. Il mister dall’altra parte apre dunque le porte a Balotelli ma sopratutto ad Antonio Cassano che potrebbe ottenere una convocazione insperata dopo il malore che l’ha colpito diversi mesi fa.

L’allenatore oltre che parlare delle possibili convocazioni si è sbilanciato anche sul suo futuro alla guida della rappresentativa azzurra:“Ho un contratto con la Federazione sino al 2014 e intendo rispettarlo. Il mio, sia chiaro, non è un modo di dire. Voglio davvero andare avanti, anche se so benissimo che tutti gli allenatori, anche quello della nazionale, sono legati ai risultati. Ma non partirà da me l’idea di rompere l’impegno che ho assunto. Anche se, in futuro, so che allenerò ancora una squadra di club“. Prandelli dunque dovrebbe rimanere alla guida della nostra nazionale fino al mondiale brasiliano del 2014. Il suo futuro però dipenderà molto dal risultato che la nostra nazionale riuscirà ad ottenere in Polonia ed Ucraina tra poco più di un mese.

Commenti