Piquè smentisce le voci di un litigio con Guardiola: “Spero che resti”

di Ivano Sorrentino 20 Febbraio 2012 21:03

Qualche tempo fa erano girate numerose voci che raccontavano di un probabile litigio tra il tecnico del Barcellona Guardiola e il difensore Gerard Piquè. Le tensioni tra i due sarebbero infatti nate in seguito alla decisione dell’allenatore di mandare il difensore in tribuna negli ottavi di Champions League giocati in Germania contro il Bayern Leverkusen. Guardiola infatti non ha digerito alcuni comportamenti di Piquè che molto spesso, complice anche la sua relazione con Shakira, si lascia trasportare da una vita un po’ troppo sregolata. Il litigio aveva fatto pensare che uno dei due prima o poi si sarebbe allontanato da uno dei club più forti al mondo, ma a quanto pare non sembra essere così, almeno per Piquè.

Il difensore infatti ha smentito totalmente tutte le voci che lo vedevano in pessimi rapporti con il trainer, e anzi spera che Guardiola rimanga al Barça:  “Deve proseguire per quanto abbiamo vissuto e per quello che c’e’ ancora da vivere“. Inoltre il difensore iberico continua: “Guardiola e’ la chiave dello spogliatoio. Lui mi ha dato l’opportunita’ di vivere tutto questo e lo ringraziero’ per sempre. Non discutero’ mai una sua decisione”. Viste le tante domande dei giornalisti il giocatore si sofferma anche sulla sua vita privata parlando della sua relazione con la nota cantante:“Lei non ha alcuna influenza negativa sulla mia vita professionale. L’anno scorso abbiamo vinto Liga e Champions e stavamo gia’ insieme.”

Piquè dunque ribadisce di essere una persona indipendente e di condurre una vita sana e sportiva anche fuori dal terreno di gioco. In molti però pensano che alla base di queste dichiarazioni ci sia l’entusiasmo per la vittoria ottenuta ieri per 5-1 contro il Valencia dinanzi ad un Camp Nou festante. Vedremo dunque se Guardiola alla fine deciderà di continuare la sua avventura con il club catalano, in molto però dipenderà anche dai risultati che Messi e compagni riusciranno a conseguire.

Commenti