Parma, tifosi Juventus assaltano il bar Gianni

Ad aver la peggio due tufosi gialloblù rimasti lievemente feriti. Immediate le indagini e gli accertamenti per individuare i responsabili degli scontri.

di Simona Vitale 13 Gennaio 2013 16:05

Momenti di tensione prima della partita tra Parma e Juventus. Alcuni ultrà della squadra bianconera, giunti nella città emiliana a bordi di due pullman, hanno preso d’assalto il bar “Gianni”, tradizionale luogo di ritrovo dei tifosi del Parma a circa 150 metri dallo stadio Tardini. Secondo quanto riportato da alcuni testimoni, il gestore del bar avrebbe visto arrivare gli ultrà (circa una cinquantina) e ha abbassato le serrande del bar. Immediatamente, i tifosi della Juve si sono scagliati contro le transenne e i bidoni che si trovavano lì davanti e negli scontri ad aver la peggio sono stati due tifosi del Parma, rimasti lievemente feriti ed alcuni bambini, rimasti scioccati. Uno dei due feriti, però, un trentottenne di Busseto, seppur bendato, è riuscito comunque a giungere allo stadio per assistere alla partita.

Le forze dell’ordine ipotizzano che l’assalto fosse premeditato, a causa della storica ruggine esistente tra le due tifoserie e che qualche anno fa vide la morte di un tifoso parmense, investito, per cattiva sorte, da un pullman in un’area di servizio della Piacenza-Torino, poco prima di Juventus-Parma. La polizia è giunta nei pressi del bar Gianni, una decina di minuti dopo gli scontri quando i tifosi bianconeri erano già spariti. Nel frattempo sono già partite le indagini e gli accertamenti, con telecamere e testimonianze, che proseguiranno anche dentro allo stadio, in pieno svolgimento della partita, al fine di individuare i responsabili degli scontri, probabilmente in curva allo stadio.

Commenti