Neymar ha rifiutato il Real Madrid per i capelli

Il presidente del Santos, Luis Alvaro de Oliveira, ha svelato il retroscena del mancato approdo del suo gioiello alla corte dio José Mourinho.

di David Spagnoletto 14 novembre 2011 12:36

Neymar al Real Madrid sembrava una trattativa conclusa. E invece la scorsa settimana, l’astro nascente del calcio brasiliano ha prolungato il suo contratto con il Santos fino al 2014.

A svelare il retroscena del mancato passaggio del verdeoro alle Merengues, è stato il presidente bianconero Luis Alvaro de Oliveira, che ha detto: “Uno degli argomenti che ho utilizzato per convincere Neymar a restare è stato dirgli che José Mourinho voleva obbligarlo a tagliarsi i capelli. Qui al Santos, invece, potrà portarli così come vuole”.

Il massimo dirigente del Santos ha anche parlato del diverso comportamento avuto dal Real e dal Barcellona durante la trattativa per Neymar.

“Il comportamento dei dirigenti del Real Madrid è stato deprecabile e arrogante. Lo definirei un atteggiamento tipico di una mentalità colonizzatrice. A giugno ho parlato con il presidente blaugrana Sandro Rosell. Abbiamo bevuto qualcosa e poi mi ha chiesto il permesso di parlare con il padre di Neymar. E io gli ho detto no. Poi, quando ho contattato sia lui che il Real Madrid per comunicare che Neymar sarebbe rimasto con noi, Rosell è stato molto cordiale. Florentino Perez invece mi è parso irritato e la conversazione è durata meno di un minuto”.

Oltre 1000 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti