Nesta ha ancora il cuore rossonero: “Il Milan non è morto”

Il difensore romano Alessandro Nesta parla del suo presente canadese e della sua ex squadra rossonera.

di Ivano Sorrentino 9 novembre 2012 13:58

Uno dei difensori più forti del calcio italiano degli ultimi anni è sicuramente Alessandro Nesta, il difensore romano infatti è stato prima una bandiera della sua Lazio salvo poi trasferirsi al Milan. Proprio con i rossoneri Nesta ha vinto i titoli più importanti e proprio per questo è rimasto sicuramente legato ai colori della squadra meneghina. Anche olteroceano, il difensore al momento gioca con i canadesi del Montreal, Nesta spende comunque parole dolci per la sua ex squadra in un intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport. Il difensore infatti spiega che tornerebbe volentieri in rossonero qualora fosse di qualche anno più giovane:“Sarei tornato a piedi al Milan se solo avessi qualche anno di meno, adesso proprio non ce la farei a ripresentarmi in serie A. Devo fare i conti con l’età. Magari potessi tornare indietro, rivivere tutti i successi conquistati con la maglia rossonera. Ma non si può”.

Anni di trionfi dunque quelli vissuti da Nesta al Milan, e proprio per questo il giocatore soffre del momento negativo della squadra. Dall’altra parte però Nesta è convinto che il Milan non si debba considerare già “morto” in quanto la squadra di Allegri ha le potenzialità per tirarsi fuori dal momento difficile e tornare quantomeno tra le prime forze del campionato:“Sono andati via tanti giocatori ma adesso vedo che sta riprendendosi. Leggo i giornali, visto da fuori avete avuto troppa fretta di fare il funerale al Milan, presto arriveranno i risultati positivi e la squadra, che ha molta qualità, risalirà la classifica. Anche l’anno passato abbiamo cominciato male poi abbiamo iniziato la scalata salendo al primo posto“.

Infine Nesta fa il suo pronostico sull’esito del campionato italiano:Il campionato è aperto e non vedo tante squadre superiori al Milan. E’ prematuro sostenere che lo scudetto sia un affare ristretto a Juve e Inter. Vedrete che alla fine i miei ex compagni faranno bene. Ovviamente faccio il tifo per loro”.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti