Nazionale, il gruppo si allontana da Balotelli?

Gil atteggiamenti del bomber sembrano non andare giù ai compagni di nazionale.

di Ivano Sorrentino 9 giugno 2013 14:42

Farsi espellere in una gara delicata prendendo un ammonizione dopo pochi minuti fa senza dubbio male all’intera squadra. Proprio per questo Mario Balotelli ha lasciato il campo visibilmente arrabbiato nell’ultima partita valevole per le qualificazioni ai prossimi mondiali giocata dalla nazionale italiana contro la Repubblica Ceca. il Super Mario nazionale infatti non è riuscito ad incidere sul match e ha lasciato anzitempo il campo a causa di una doppia ammonizione che poteva costare caro alla squadra che è stata costretta a giocare buona parte del match in inferiorità numerica avendo serie difficoltà a contenere gli attacchi dei cechi. Alla fine il risultato ha premiato gli azzurri ma tuttavia sembrano esserci degli strascichi del comportamento del bomber del Milan sull’intero gruppo.

Dopo la gara infatti in sala stampa il capitano della nazionale Gianluigi Buffon aveva difeso apertamente il giocatore invitandolo a stare più calmo e sottolineando l’immenso potenziale delle sue doti tecniche. Tutto sembrava filare per il meglio dunque ma sembra che altri giocatori della nazionale non la pensino come Buffon e si stanno stancando del comportamento del numero 9 azzurro. Tra questi ci sarebbero due senatori della squadra ovvero Pirlo e Chiellini, entrambi abbastanza irritati proprio con Balotelli nel dopo partita di Praga.

L’attaccante inoltre ha contribuiti ad accaparrarsi le antipatie dei compagni con un tweet discutibile dove invitava tutti i suoi criticatori a “Tifare per un’altra squadra”. Il gruppo sembra non aver digerito questa frase e l’avrebbe fatto presente anche al commissario tecnico Prandelli. Insomma, Balotelli continua a creare scompiglio e i suoi comportamenti non sembrano più essere tollerati da una parte dello spogliatoio azzurro. Sarà dunque fondamentale che il giocatore ritrovi la serenità in quanto la Confederation Cup è alle porte e se la nostra nazionale vuole ben figurare avrà bisogno di uno spogliatoio compatto che non si lasci andare a facili protagonismi.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti