Napoli, come rinascere dopo l’addio di Lavezzi

Il Pocho ha già firmato il suo contratto con il PSG e il club partenopeo ha incassato una cifra interessante da investire sul mercato in modo intelligente.

di Ernesto Vanacore 3 Luglio 2012 18:13

Dopo cinque anni passati insieme nel bene e nel male, il rapporto tra Lavezzi e Napoli è finito con un po’ di rammarico da entrambe le parti. Da un lato c’è la voglia di un grande talento, che ha decisamente arricchito la nostra Serie A durante la sua permanenza (156 presenze e 8 reti), di cambiare aria, affascinato da un progetto vincente e soprattutto molto conveniente dal punto di vista economico. L’opera di corteggiamento di Leonardo nei confronti dell’attaccante argentino non è durata molto, mentre ancora più breve è stata la trattativa con la società di De Laurentiis, il quale aveva stabilito una clausola rescissoria per il calciatore di 33 milioni di euro.

Dall’altro lato di questo rapporto ormai concluso c’è il Napoli e soprattutto i suoi tifosi, incantati dalle magie del Pocho che tanto in alto è riuscito a portare la maglia azzurra. C’è anche una società intenzionata, soprattutto nella figura di Walter Mazzarri, a non arrendersi dopo la  partenza del numero 22, sfruttando invece gli introiti derivanti dalla sua cessione per rifornire la squadra di qualche rimpiazzo importante.

Dopo il riscatto di Goran Pandev dall’Inter, Riccardo Bigon è intenzionato a trattenere in rosa Lorenzo Insigne (attaccante classe ’91), protagonista lo scorso anno di una storica promozione in Serie A col Pescara di Zeman. Il talento del giovane napoletano è sicuramente altissimo e la necessità primaria è quella di farlo giocare con continuità, in modo da essere seriamente utile al progetto del Napoli.

Sempre per quanto riguarda il reparto offensivo, è possibile un trasferimento in prestito del giovane Eduardo Vargas, cercato insistentemente dalla Roma, così da liberare un posto in rosa per l’eventuale arrivo di un top player in grado di sostituire Lavezzi. Il primo nome sulla lista di Bigon è quello di Stevan Jovetic della Fiorentina, per il quale non dovrebbero esserci problemi di ingaggio quanto sul prezzo del cartellino, fissato a 18 milioni dalla dirigenza viola. Di seguito, circolano i nomi di Mattia Destro, cercato fortemente da Inter, Juventus e Roma e Marco Borriello, tornato in giallorosso ma prossimo ad essere ceduto.

Altri rinforzi sono previsti in difesa (si pensa a Benatia e Gamberini) e a centrocampo, dove sono molto probabili gli arrivi di Armero dall’Udinese e Valon Behrami dalla Fiorentina.

Commenti