Napoli, blitz della Finanza nella sede del club e in Figc

Nel mirino delle Fiamme Gialle alcune operazioni di compravendita di calciatori effettuate dal club partenopeo.

di Antonio Ferraro 3 Ottobre 2012 14:12

Questa mattina gli uomini della Guardia di Finanza di Napoli hanno effettuato alcune acquisizioni negli uffici del Napoli a Castel Volturno e presso la sede della Federcalcio in via Allegri a Roma. L’operazione è stata svolta su delega della Procura di Napoli e in particolare del pool che si occupa di reati finanziari guidato da Giovanni Melillo (coadiuvato dai sostituti De Simone, Ardituro, Capuano e Ranieri).

I finanzieri hanno acquisito documenti concernenti le procedure di acquisto e cessione dei diritti sulle prestazioni sportive di calciatori, ma anche le carte riguardanti i rapporti tra la società e i procuratori dei calciatori e le relative transazioni finanziarie. I magistrati hanno disposto l’acquisizione di bilanci, contratti degli atleti tesserati, mandati agli agenti, modelli depositati presso la Federazione, garanzie, pagamenti relativi agli ingaggi dei calciatori professionisti.

Secondo le indiscrezioni riportate da alcuni organi di stampa (Il Messaggero e La Gazzetta dello Sport in primis), nel mirino delle indagini ci sarebbero le posizioni di tre ex calciatori del club partenopeo, di cui per ora non si conoscono i nomi. L’acquisizione dei documenti sarebbe necessaria per verificare i dati contabili iscritti a bilancio rispetto alle loro posizioni. Si tratterebbe, però, di un’operazione che esclude la presenza di persone indagate e che si configura solo come una normale attività preinvestigativa. Il blitz è scattato proprio mentre i giocatori del Napoli partivavano per l’Olanda, dove domani sera la squadra di Mazzarri incontrerà il PSV Eindhoven nella seconda giornata della fase a gironi dell’Europa League.

Nel quadro della stessa operazione, intorno alle 10:00 di questa mattina gli uomini delle Fiamme Gialle hanno fatto visita anche agli uffici della Figc a Roma, con l’obiettivo di acquisire, sempre su mandato della Procura di Napoli, copie dei contratti tra i giocatori e la società di De Laurentiis e tra calciatori e i propri procuratori.

Commenti