Mourinho insulta cronista di Marca: “Sei una m…”

Ennesimo capitolo della relazione burrascosa tra l'allenatore del Real Madrid e i media spagnoli.

di Antonio Ferraro 18 dicembre 2012 18:07

Josè Mourinho e i giornalisti, un amore mai sbocciato. Il rapporto tra l’allenatore del Real Madrid e gli organi di informazione è stato sempre controverso ed è spesso sfociato in vere e proprie risse verbali. Ne sa qualcosa il povero Anton Meana, cronista di Radio Marca, ennesimo membro della categoria vittima della furia del tecnico portoghese.

Questo l’antefatto: la settimana scorsa il giornalista aveva rivelato alcuni rumors sulla situazione non idilliaca all’interno dello spogliatoio dei ‘blancos’. In particolare, secondo le indiscrezioni raccolte da Meana, i calciatori che fanno la fronda a Mourinho avrebbero individuato in Silvino Louro, preparatore dei portieri, la spia dello ‘Special One’. La fonte del cronista di Marca sarebbe un giocatore del Real.

Così, il tecnico lusitano ha aspettato la fine della conferenza stampa dopo il pareggio casalingo di domenica contro l’Espanyol (2-2 il risultato) per chiedere chiarimenti a Meana. Mourinho ha fatto chiamare il cronista, invitandolo in una stanza accanto alla sala stampa. L’allenatore portoghese era accompagnato da alcuni membri dello staff tecnico del Real Madrid (Silvino Louro, Luis Campos, Carlos Carbajosa e Fernando Porrero).

Alla richiesta dello ‘Special One’ di fare il nome della fonte, Meana ha replicato con un secco no. Per tutta risposta, Mourinho ha cominciato ad apostrofare il giornalista con frasi offensive: “Nel mondo del calcio io e il mio staff siamo il top, mentre nel mondo del giornalismo tu sei una m..“.

Non contento, il portoghese ha continuato a umiliare e a insultare il malcapitato Meana: “Mi è stato detto che sei un bastardo e una persona molto cattiva e io un po’ ci credo. Se anche fosse vero quello che dici, che notizia sarebbe? Dimmi chi è la tua fonte. Finché sarò allenatore del Real avrai il mio rispetto. Dopo si vedrà, sarai una persona in più sulla strada…”.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti