Moratti felice e polemico: “Quel gol iniziale…”

Il presidente nerazzurro è felice del successo ma si lascia andare a qualche polemica arbitrale.

di Ivano Sorrentino 4 novembre 2012 13:00

Un Massimo Moratti felicissimo abbandona lo Juventus Stadium contento del successo e della prestazione dei suoi giocatori. L’Inter infatti ha giocato una grande partita mostrando grande carattere e riuscendo a battere i campioni d’Italia nel loro fortino inespugnabile. A fine gara il presidente quindi manifesta tutta la sua soddisfazione elogiando sopratutto il tecnico Stramaccioni:”Non sono sorpreso. Prima della partita il nostro allenatore me l’aveva spiegata, dico dal nostro punto di vista, e posso garantire che poi si è svolta esattamente come me l’aveva descritta, cioè la nostra squadra ha fatto per filo e per segno quello che doveva fare. Per questo dico che mi sono accostato alla sfida con animo addirittura tranquilloAlla fine il tridente si è rivelato una mossa intelligente perché la squadra è rimasta equilibrata: l’ha preparata proprio bene. Ha visto che lavoro le punte? Palacio fantastico, Milito pure, è sui suoi livelli migliori. Quanto ha corso, abbassandosi su Pirlo!. Tutti i giocatori meritano un grande elogio, ma questa è stata anzitutto la vittoria del nostro tecnico“.

Il presidente poi parla dell’arbitraggio e dell’errore della squadra arbitrale sopratutto sul primo gol juventino che di fatto era da annullare:”Assolutamente no. Il loro fuorigioco era netto, ma hanno visto quello millimetrico di Palacio. Eppure la cosa più grave è la mancata espulsione di Lichtsteiner. Per di più subito dopo il giallo a Samuel. E poi il lancio di oggetti. In televisione l’hanno fatto passare per poca cosa, ma parevano oggetti di legno“. In effetti il pubblico juventino in alcuni frangenti della partita non ha avuto un comportamento sportivo ma, come al solito, si tratta comunque di pochi facinorosi su uno stadio contenente oltre 40mila persone.

Infine il presidente risponde alle domande riguardanti un possibile inserimento dell’Inter nella lotta scudetto:”Beh fate voi. Grazie dei complimenti. Se ho il rimpianto di non essere andato allo stadio? Le assicuro che ho goduto parecchio anche da qui“.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti