Montolivo ride durante il minuto di silenzio: “Mi vergogno”

Riccardo Montolivo e Alessandro Gamberini ridono durante il minuto di silenzio osservato per ricordare le vittime dell'alluvione di Genova prima della partita con il Chievo. Entrambi i giocatori hanno chiesto scusa per il gesto ingiustificabile, ma non voluto.

di Simona Vitale 7 Novembre 2011 4:10

Riccardo Montolivo e Alessandro Gamberini hanno riso durante il minuto di raccoglimento osservato prima della partita Chievo-Fiorentina, così come su su tutti gli altri i campi di calcio, per ricordare le vittime dell’alluvione che ha colpito Genova.

Il sorriso di Montolivo è stato immortalato dalle telecamere di Sky. “Mi sono vergognato quando ho visto il fotogramma del mio sorriso durante il minuto di silenzio e di raccoglimento per le vittime dell’alluvione, una smorfia che non ricordo, inspiegabile e totalmente fuori luogo” queste le parole del giocatore viola. “Purtroppo non mi sono reso conto di nulla e del fatto che il minuto di silenzio fosse già iniziato, la tensione del pre-partita può giocare brutti scherzi. Non ci sono però giustificazioni per un gesto così inopportuno, perciò mi scuso con le persone che si sono sentite offese e mi stringo a tutti coloro che hanno vissuto questo terribile dramma, specialmente ai famigliari delle vittime” continua Montolivo.

Anche il capitano viola ha voluto scusarsi per la risata davvero inopportuna: “Apprendo che una mia smorfia durante il minuto di silenzio ha fatto pensare a qualcuno ad una mia mancanza di rispetto nei confronti delle vittime dell’alluvione di Genova. Se così fosse me ne scuso profondamente e ribadisco la vicinanza mia e di tutta la squadra nei confronti delle famiglie delle persone che hanno perso la vita nel disastro”.

Dunque una figura non certo lodevole quella dei due giocatori viola, dopo la prestazione non certo eccelsa che ha portato alla sconfitta della Fiorentina in casa del Chievo. 

Commenti