Milan ok a Cesena, ancora decisivo Robinho

di Gianni Monaco 19 Febbraio 2012 17:12

Il Milan per riprendersi la testa della classifica, il Cesena per cercare di agganciare la zona salvezza, diventata tremendamente più difficile dopo la sconfitta in rimonta con la Lazio.

I rossoneri cercano di aggredire l’avversario sin dall’inizio. Già al 5′ Muntari, ben servito da Abate, può andare al tiro, senza però trovare la porta. Al 10′ grossa chance per Ambrosini, che tutto solo davanti ad Antonioli si fa respingere la conclusione. Poi il Milan cala e il Cesena riesce bene a chiudere ogni spazio. Il match si blocca solo alla mezz’ora. Thiago Silva (manca il monopolista Ibra) batte una punizione dal limite, Antonioli respinge malamente e Muntari da pochi passi può segnare il suo primo gol con la maglia rossonera. Miglior debutto per il nigeriano non poteva esserci. Il Cesena è stordito e al 31′ c’è un contropiede micidiale orchestrato da Robinho, che serve Emanuelson: l’olandese calcia da fuori area e trova la parte interna del palo alla sinistra di Antonioli. Lo 0-2 scuote i padroni di casa. Che con un colpo di testa di Iaquinta, su cross di Santana, cercano il gol: bravo Abbiati a deviare in angolo. Al 42′ nuova chance per i rossoneri, ma Nocerino, in area, da posizione un po’ defilata, non centra la porta.

La partita si potrebbe riaprire dopo appena un minuto della ripresa quando Mutu, solissimo davanti ad Abbiati dopo il cross di Santana, di testa mette incredibilmente alto. aL 51′ è Iaquinta a ciccare il pallone dal dischetto dell’area. Il Milan è in difficoltà, eppure colpisce alla prima vera azione della ripresa. L’assist al 55′ è di Abate, lo scatto bruciante è di Robinho, che si presenta davanti ad Antonioli e lo batte con un preciso diagonale. Match chiuso, ma ci pensa un errore della retroguardia rossonera a riaprirlo parzialmente. Bonera, di testa, serve un assist involontario a Pudil, che di sinistro calcia al volo dal limite e sorprende Abbiati: è la rete che accorcia le distanze. Il portiere rossonero si riscatta all’83’, quando si oppone a una bella girata di Iaquinta. Lo stesso attaccante, poco prima, aveva sfiorato la traversa con un bolide su punizione. Mentre El Shaarawy si divorava un gol già fatto tirando addosso ad Antonioli dopo un errore tragicomico della difesa romagnola.

Al Manuzzi il Milan batte il Cesena 3-1 e riaggancia la vetta della classifica. Decisamente il miglior modo per preparare il big match di sabato prossimo contro la Juventus.

Commenti