Milan, Allegri: “Non siamo dei brocchi”

di Gianni Monaco 19 Settembre 2011 7:41

La classifica, dopo due giornate di campionato, ha un valore molto relativo, si sa. Non è certamente piacevole, però, avere un solo punto e ritrovarsi al quart’ultimo posto. Specie se sulla maglia porti il titolo di campione d’Italia.

Dopo la sconfitta per 3-1 a Napoli, si può dire ad alta voce: il Milan è in crisi. Non ci sono più dubbi. Una crisi di risultati, di gioco e d’identità. Quanto stanno pesando i tanti, troppi infortuni? Sicuramente molto. Però l’involuzione della squadra non si può spiegare solo così. La difesa, d’altronde, è quella titolare. Se l’anno scorso sembrava imperforabile, quest’anno, in campionato, ha subito già 5 gol in 2 gare. Se consideriamo anche la Supercoppa Italiana e la Champions League, i rossoneri hanno preso un totale di 8 gol. La media è di 2 reti subite ad ogni gara: decisamente troppe, soprattutto considerando che nella scorsa stagione il Milan ha avuto di gran la migliore difesa del campionato.

Massimo Allegri, comunque, non fa drammi. Il tecnico ha detto che anche i suoi hanno avuto 3-4 occasioni da gol e che un pizzico di sfortuna, oltre alle disattenzioni, c’è stata. Allegri ha anche elogiato Antonio Cassano: “A parte Barcellona, ha sempre fatto bene. La sconfitta? Non sono preoccupato, non è che improvvisamente siamo diventati dei brocchi. Abbiamo perso con il Napoli è una squadra forte, lo era già l’anno scorso”.

Commenti