Mazzarri parla del mercato, e di Conte

Il tecnico del Napoli dopo l'amichevole contro il Leverkusen ha rilasciato alcune importanti dichiarazioni.

di Ivano Sorrentino 30 luglio 2012 2:43

Walter Mazzarri è certamente soddisfatto della prova che il suo napoli ha offerto nell’amichevole contro i tedeschi del Bayer Leverkusen. Il tecnico infatti ai microfoni del giornalisti nel post-gara appare molto rilassato e sereno, oltre che soddisfatto per il lavoro che sta facendo la sua squadra in queste settimane. Le prime parole del tecnico toscano però sono tutte sulla gara contro i tedeschi:“Nel primo tempo siamo stati contratti, – ha dichiarato – mentre nella ripresa ci siamo sciolti, ci dovevamo sbloccare. Abbiamo risentito della dura preparazione. Il modulo prevedeva l’inserimento delle mezz’ali senza punti di riferimento per gli avversari. Nel secondo tempo la squadra mi è piaciuta”.

Più pesanti invece le dichiarazioni successive che vedono Mazzarri parlare del mercato dei partenopei sia in entrata che in uscita:“Abbiamo ampliato l’organico con giocatori importanti come Behrami, oggi subito bene. La rosa ampia sarà da stimolo a tutti per guadagnarsi il posto da titolare. Balzaretti? Siamo intenzionati a prenderlo, saremmo felici se venisse. Vice Cavani? Abbiamo 4 attaccanti, credo che bastino. Se non fosse così, faremo le giuste valutazioni prossimamente con Bigon. Gargano? Voglio giocatori motivati, lui è sempre stato un giocatore importante per noi”.

Oltre che parlare del mercato il tecnico non può non pensare alla partita che il suo Napoli giocherà contro la Juventus, proprio per questo Mazzarri parla della sfida e anche della squalifica del tecnico juventino Antonio Conte:Scommesse e Conte? Parlo di calcio, non voglio entrare su questo argomento. È un ottimo allenatore, comunque la preparerà lui la squadra durante la settimana. Sarebbe una perdita sul campo per i giocatori della Juventus, un piccolo vantaggio per noi ma non determinante”. 

Viste le polemiche di De Laurentis non potevano mancare due parole sulla decisione di giocare a Pechino:“Supercoppa a Pechino? La sede non ha importanza. Non mi pongo mai questi problemi, l’importante è giocarla”.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti