Mazzarri lancia il Napoli: “possiamo far male al City”

Il tecnico del Napoli carica la sua squadra in vista dell'importantissima sfida di Champions contro il Manchester City, ed è convinto che i suoi uomini potranno ottenere la qualificazione.

di Ivano Sorrentino 21 novembre 2011 15:13

Walter Mazzarri si è presentato in conferenza stampa per parlare dell’imminente impegno del suo Napoli in Champions League contro il Manchester City. La partita infatti assume un importanza vitale per il prosieguo del cammino europeo degli azzurri che devono a tutti i costi ottenere una vittoria per scavalcare in classifica proprio gli inglesi. Il tecnico ha sottolineato come il Napoli non debba assolutamente partire scoraggiato dal fatto che gli inglesi hanno a disposizione due risultati su tre, i partenopei infatti hanno dimostrato di avere la giusta grinta arrivando a giocarsi la qualificazione in un girone dove molti li davano per spacciati.

Mazzarri però tiene anche a sottolineare l’immenso valore degli uomini di Roberto Mancini, il City infatti  sta finalmente crescendo e mostrando i frutti degli immensi investimenti che sono stati fatti dagli sceicchi che detengono la proprietà del club. Il “City” inoltre ha dimostrato di essere in ottima forma, riuscendo a battere in Premier il Newcastle che fino a quel momento non aveva mai perso una gara. Il Napoli invece viene da un momento non propriamente roseo in campionato in quanto la squadra azzurra non riesce a cogliere la vittoria da qualche turno, e ha mostrato qualche incertezza nelle ultime uscite.

L’ambiente però sembra carico al punto giusto e Mazzarri è sicuro che una spinta fondamentale verrà anche dalle migliaia di tifosi che gremiranno il San Paolo.  Queste, in riassunto, le parole più significative del tecnico:Ci sono squadre che possono permettersi ingaggi milionari, mentre noi siamo chiamati a dare il 130% in campo per provare ad insidiarle. E’ chiaro però che contro una squadra come il City non possiamo pensare di imporre sempre il nostro gioco. Va capito quando è il momento di abbassarsi e aspettarli, e quando invece è quello giusto attaccarli. Dobbiamo pensare a fare la partita perfetta, sarà importante l’approccio: spero che l’esperienza in queste prime partite di Champions ci aiuti“.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti