L’Italia non cade al Marakanà, con la Serbia è 1-1

di Ivano Sorrentino 7 ottobre 2011 23:32

Con la sicurezza di una qualificazione ormai praticamente conquistata l’Italia arriva in Serbia con l’intento di non lasciarsi condizionare dal clima infuocato dello stadio Marakanà. Prandelli manda in campo una squadra all’insegna della fantasia, la quale tuttavia si perde spesso in giocate poco concrete non esprimendo il potenziale che sulla carta era molto alto. Poco male però perchè la Serbia entra in campo poco concentrata e gli azzurri passano in vantaggio dopo 2 minuti grazie alla rete dello juventino Claudio Marchisio. Stankovic e compagni non ci stanno e cominciano a spingere con insistenza trovando la rete del pareggio ad opera di Ivanovic. Sembra dunque che i padroni di cassa possano ribaltare il risultato ma, a parte Krasic, nessuno riesce ad incidere e Buffon è chiamato in causa solamente in un paio di circostanze. Dal canto suo l’Italia non spinge più di tanto preferendo puntare su uno sterile fraseggio che rallenta i ritmi a fa si che l’Italia possa tornare a casa con un punto e con una prova senza infamia e senza lode.

19 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti