Lecce o Genoa, chi retrocede?

I salentini sono con un piede in B ma non intendono mollare, ai rossoblù serve un solo punto. Tutto è ancora in bilico.

di Ivano Sorrentino 10 maggio 2012 16:54

Il Cesena ed il Novara hanno abbandonato mestamente la massima serie ma la lotta salvezza non è affatto finita. Manca infatti l’ultima squadra per comporre il quadro delle retrocesse, e Genoa e Lecce faranno di tutto per non occupare la terzultima posizione. I salentini vengono dal pesante ko interno contro la Fiorentina, una sconfitta che ha fatto perdere molta fiducia al team giallorosso che ora è costretto a vincere contro il Chievo in trasferta. L’impresa non sembra impossibile visto che i clivensi sono già salvi, ma anche un ipotetico successo degli uomini di Cosmi potrebbe non bastare per salvaguardare la categoria.

Al Genoa infatti manca un solo punto per conservare la massima serie, una lunghezza che deve essere ottenuta a tutti i costi nell’ultimo match della stagione contro il Palermo. Anche i rosanero, così come il Chievo, non hanno da chiedere più nulla a questo torneo ma il Palermo potrebbe comunque riservare uno storico sgambetto ai genoani. I siciliani infatti nella scorsa stagione mandarono la Sampdoria in B vincendo a Marassi nell’ultima giornata di campionato senza avere particolari obiettivi di classifica, e i tifosi del “grifone” hanno paura che la storia possa ripetersi. Nel Palermo inoltre gioca un certo Fabrizio Miccoli, salentino doc e da sempre tifoso del Lecce. Il capitano rosanero dunque potrebbe dare la giusta motivazione alla sua squadra per carcare di battere il Genoa contribuendo così alla salvezza del Lecce in caso di vittoria dei giallorossi.

Se le squadre arrivassero a pari punti infatti sarebbe il Genoa ad abbandonare la serie A in virtù della differenza reti negli scontri diretti. Ricordiamo inoltre che i rossoblù giocheranno a porte chiuse in quanto il Marassi sconta ancora la squalifica dovuta agli episodi di violenza di qualche settimana fa. Insomma la sensazione è che questo campionato ci regalerà emozioni fino all’ultimo secondo.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti