Le prime parole di Del Piero con la maglia del Sidney

L'ex capitano bianconero ha dato l'annuncio ufficiale del suo trasferimento al Sidney, ecco le dichiarazioni.

di Ivano Sorrentino 5 Settembre 2012 17:59

Grande emozione per Alessandro Del Piero. L’ex capitano bianconero infatti, in una conferenza stampa, ha dato l’annuncio ufficiale del suo trasferimento nelle fila degli australiani del Sidney, la squadra che più di tutte ha cercato insistentemente il giocatore. Per Del Piero la scelta non mancava ma alla fine l’attaccante si è convinto dell’esperienza australiana firmando un contratto da 1.6 milioni di euro a stagione.

Ecco le sue prime dichiarazioni con la nuova maglia: Per me inizia un’avventura splendida, strepitosa e forte. – ha affermato – Non poteva esserci posto migliore dell’Australia e di Sydney per chiudere la mia carriera da calciatore. Sono felice oggi di poter cominciare questa avventura. Ho voglia anche di confrontarmi con un Paese che è all’avanguardia dal punto di vista sportivo e che per certi aspetti mi hanno descritto come unico, per cui non vedo l’ora di conoscerlo”.

A chi gli chiede perchè abbia scelto proprio l’Australia, il campione risponde così:“L’ho scelta per quello che è stato il progetto Sydney, – ha dichiarato – quelle che sono state le idee, il fascino, l’evoluzione di questi due mesi, oggi che ho scelto mi rendo conto sempre di più che non poteva che essere la soluzione migliore. Desideravo confrontarmi con qualcosa di nuovo dal punto di vista degli stimoli, di tutto quello che concerne l’ambiente calcistico e in questo senso Sydney penso sia perfetta. Qui ho fatto tutto quello che dovevo fare, quindi penso che non potesse scelta migliore per me quella di Sydney”.

Infine il giocatore parla delle lunghe settimane di trattativa:

“Ci tenevo a sottolineare e a ringraziare, prima di tutto, tutte le squadre che mi hanno cercato, tutte le squadre con cui abbiamo parlato, tutti gli operatori di mercato con cui ci siamo confrontati. – ha detto – E’ stato un cammino indubbiamente lungo, ma indispensabile per poter analizzare a fondo quella che poteva essere la migliore scelta”. Indubbiamente quella che affronterò è una situazione, un posto che non mi aspettavo, ma devo ammettere che non mi aspettavo che mi cercassero così tante squadre. – ha aggiunto –Non mi sembra opportuno chiaramente citarle, però è ovvio che un riferimento alle squadre italiane, visto che ho giocato in Italia per tutta la mia vita, mi sembra doveroso: quindi ringrazio tutte loro”. 

Commenti