L’agente di Cavani gela Napoli: “La trattativa è risolta da mesi”

Il procuratore del bomber parla ai microfoni di una radio napoletana.

di Ivano Sorrentino 16 giugno 2013 12:21

Non devono assolutamente averla presa bene i tifosi del Napoli che ieri erano all’ascolto di una nota trasmissione sportiva radiofonica campana. Ad intervenire negli studi dell’emittente è stato il procuratore di Edinson Cavani, bomber degli azzurri che da diversi mesi è diventato uomo di mercato. Dopo la fine del campionato infatti l’attaccante numero 7 è diventato il giocatore più ricercato della sessione di calciomercato con tantissimi top club europei pronti a spendere follie pur di averlo nella propria rosa. Si è parlato di Manchester City, di Real Madrid e anche dell’ipotesi di restare alle pendici del Vesuvio, ma a fare chiarezza ieri ci ha pensato proprio l’agente del bomber.

Senza troppi fronzoli ecco le dichiarazioni: “I giornali e le televisioni stanno speculando tantissimo su questa situazione e allora io dico che la telenovela deve finire subito. Cavani è del Chelsea e la trattativa è stata chiusa ben tre mesi fa, tutto quello che è stato costruito dopo è stato fatto solamente per vendere più giornali e per lucrare sul nome di Edinson. il passaggio non è stato ancora reso noto in quanto i blues stanno aspettando che il calciatore finisca la confederation Cup e le qualificazioni mondiali in quanto nel contratto c’è una clausola che dice che nel caso di infortunio del calciatore l’operazione andrebbe annullata”.

Parole che dunque chiariscono finalmente una situazione che era arrivata al limite del grottesco con numerose testate che avevano addirittura riportato le dichiarazioni dei parenti del calciatore sul suo futuro. Notizia che di certo non fa piacere ai tifosi azzurri che vedevano in Cavani il proprio beniamino ma sicuramente la società del presidente De Laurentis saprà investire gli oltre 60 milioni di euro derivanti dalla cessione del bomber per consegnare nelle mani del tecnico Benitez una squadra che sappia ben figurare in Italia ed in Europa.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti