La richiesta di Prandelli: “Basta tabù sui gay”

Il commissario tecnico della nazionale Cesare Prandelli parla della grande omofobia che c'è nel mondo del calcio.

di Ivano Sorrentino 24 Aprile 2012 14:35

L’omosessualità resta ancora una dei più grandi tabù del nostro paese, sopratutto nel mondo del calcio. Nello sport più seguito dagli italiani infatti mai nessuno è riuscito a fare coming out dichiarando la propria omosessualità. Evidentemente i calciatori temono per quelle che potrebbero essere le reazioni sia dei tifosi, sopratutto quelli avversari, ma anche delle stesse società. Il commissario tecnico Cesare Prandelli però proprio oggi ha per la prima volta parlato di questa situazione, invitando chiunque fosse omosessuale a dichiararlo pubblicamente cercando dunque di rompere questo tabù.

Prandelli infatti si è detto convinto ch enel mondo del calcio esistono molti giocatori omosessuali, che però nascondono il proprio status proprio per timore:“L’omofobia e’ razzismo, e’ indispensabile fare un passo ulteriore per tutelare tutti gli aspetti dell’autodeterminazione degli individui, sportivi compresi. Nel mondo del calcio infatti molti a mio parere sono le persone che celano la propria sessualità”. Queste parole infatti sono state scritte direttamente dal ct nella prefazione del libro di Alessandro Cecchi Paone, un uomo di spettacolo che non ha mai nascosto la propria omosessualità.

Commenti