La ricetta di Buffon per battere la Germania

Il portiere azzurro analizza la delicata sfida di stasera contro i tedeschi.

di Alessandro Mannocchi 28 giugno 2012 14:51

E’ il capitano della nostra Nazionale, e a poche ore dal decisivo match di stasera non poteva non parlare. Ci stiamo riferendo naturalmente a Gigi Buffon, che ha rilasciato un intervista al giornale tedesco ‘Bild’.

“Sappiamo che volete la vendetta. E siete maledettamente forti. Una grande squadra”. Esordisce così il nostro portiere riferendosi ovviamente alla compagine guidata dal Joachim Loew. Buffon ha le idee chiare sulla Germania e ne analizza i reparti. “Per me la squadra tedesca non ha punti deboli e il suo pezzo forte è l’attacco. Se dovessi scegliere qualcuno da rubare alla Germania opterei per Gomez e Klose”. Alla domanda se il suo collega Neuer diventerà il più forte del mondo, Buffon replica: “Non lo so. Ognuno ha la sua storia. Ma certamente lui è uno molto forte. La prova: è del Bayern e per la Germania è il numero 1”.

Il capitano azzurro dice che la sfida tra Italia e Germania non è come tutte le altre, almeno a livello personale. E’ un classico fra due grandi squadre. Le partite contro i tedeschi appartengono ai più bei ricordi della mia carriera”. Buffon torna inevitabilmente al trionfo mondiale del 2006. ” Fu una incredibile soddisfazione.  Quella volta abbiamo battuto uno spettacolare avversario in casa sua, abbiamo potuto giocare la finale a Berlino e diventare campioni del mondo”.

Il n.1 azzurro indica la strada per poter sconfiggere i tedeschi: “Non possiamo permetterci alcun errore e come sempre c’è bisogno di un pò di fortuna”. Buffon affronta il discorso della tradizione favorevole dell’Italia contro la Germania, non nascondendo una certa preoccupazione. “Tradizioni e statistiche sono fatte proprio per essere ribaltate. Naturalmente spero che le cose rimangano così e che vada bene ancora una volta”.

A Varsavia stasera ci sarà anche la moglie Alena Seredova. “Sapere che Alena viene e fa il tifo per me, mi fa un immenso piacere”.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti