Il Napoli riduce il danno, ma è comunque sconfitta

di Ivano Sorrentino 9 Febbraio 2012 23:08

C’era grande attesa per il confronto tra Siena e Napoli, valevole come semifinale della Coppa Italia. Dopo la bella sfida di ieri tra Juve e Milan toccava proprio ai partenopei ed ai bianconeri riuscire ad intrattenere gli appassionati dinanzi al teleschermo offrendo uno spettacolo godibile. Gli ingredienti per una bella gara c’erano tutti in quanto il Napoli voleva assolutamente dare una sterzata positiva ai suoi risultati dopo le ultime uscite negative, al contrario il Siena di Sannino, dopo l’ottimo punto ottenuto sul campo della Juventus, puntava a dare una grande soddisfazione ai propri fedeli tifosi.

La partita però nelle prime battute è più nervosa e noiosa che spettacolare: le due squadre sembrano molto contratte e, complice la rigida temperatura, non riescono ad esprimere un calcio apprezzabile. Dopo qualche conclusione dalla distanza per parte, proprio sul finire del primo tempo, Mannini lancia Reginaldo che con un pregevole pallonetto scavalca il portiere azzurro regalando il vantaggio al Siena. Si va a riposo con il risultato di 1-0, e al rientro dagli spogliatoi i senesi sembrano ancora più determinati della prima frazione e spingono sull’ accelleratore alla ricerca del raddoppio. Il goal del 2-0 non tarda ad arrivare grazie al centrocampista D’Agostino che riceve un cross da Brienza e realizza la rete del raddoppio.

La seconda rete dei bianconeri ha il merito però di risvegliare la squadra di Mazzarri che mostra molta più determinazione e sfiora in tantissime occasioni la rete. Il meritato 2-1 però giunge grazie ad un autorete dello sfortunato Pesoli che di fatto regala ai partenopei un gol importante in vista della gara di ritorno. Nel finale il Napoli va addirittura vicino alla stoica rimonta, colpendo una traversa con il frizzante Campagnaro. Finisce dunque 2-1, un risultato che lascia apertissimi i giochi in vista della gara di ritorno in quanto il Siena ha dimostrato di essere una squadra capace di strappare punti su campi difficili.

Commenti