Il Milan torna a vincere, Siena ko

di Gianni Monaco 17 Dicembre 2011 22:43

Contro il Siena il Milan, privo di ben 10 infortunati, prova a tornare in testa alla classifica, almeno per qualche ora. I rossoneri sono assai determinati sin dal fischio d’inizio, ma gli ospiti sono ben organizzati e sanno chiudersi benissimo. La prima occasione la creano gli uomini di Allegri, dopo 16’: Ibrahimovic, in area, riesce a trovarsi lo spazio per andare al tiro, ma conclude alto di sinistro. Al 20’ Robinho serve Boateng, che penetra in area e va alla conclusione ravvicinata: ottima la risposta di Brkic. Al 23’ la migliore occasione del primo tempo: ce l’ha il Siena, ma Bolzolini, tutto solo davanti ad Amelia, calcia a lato di pochissimo. Qualche secondo più tardi un colpo di testa di Ibrahimovic si perde alto. Il Siena, a questo punto, riesce a coprire ancora meglio gli spazi e la manovra rossonera si fa più lenta. Ibra, al 39’, inventa di tacco per Seedorf, ma il destro dell’olandese è troppo debole per impensierire il portiere del Siena. Un deludente primo tempo si conclude sullo 0-0.

La ripresa inizia decisamente meglio per il Milan, che al 54’ trova la rete: dopo un calcio d’angolo Robinho stoppa il pallone in area e lo serve all’indietro per Nocerino, il cui tiro viene leggermente deviato e spiazza Brkic. Al 63′ contropiede velocissimo orchestrato da Robinho che poi serve Boateng: il ghanese prova a dribblare il portiere senese, ma va giù. L’arbitro dice che è rigore. Dal dischetto va Ibrahimovic, che sigla il 2-0. Al 70’ su cross di Aquilani, lo stesso svedese potrebbe fare il tris, ma di testa mette alto. Poco dopo Pato, servito da Nocerino, può calciare  a tre metri dalla porta, ma la difesa senese salva a portiere battuto. Al 78’ pericolosi gli ospiti con Bolzoni: il suo colpo di testa viene deviato in angolo da Amelia. Al minuto 86’ il colpo di testa è di Nocerino su cross di Ibra: palla a lato.

Non accade più nulla di rilevante. Il Milan, dunque, col minimo sforzo, batte il Siena 2-0 e si porta in vetta alla classifica con 31 punti. Ma domani tocca a Juventus e Udinese.

Commenti