Il Milan batte la Juve, ma continua la maledizione della ‘porta nord’

Nel posticipo tra Milan e Juventus è ancora la 'porta nord' del Meazza ad essere protagonista

di Antonio Pio Cristino 26 Novembre 2012 11:28

Nella scorsa stagione fu teatro del famoso goal-non goal di Muntari assunto a simbolo dello scandalo gridato da Galliani e dall’intero ambiente milanista, arrivando a far dire a qualcuno che l’esito della corsa scudetto 2012/13 avrebbe potuto avere un esito diverso senza quell’errore. Ieri sera sono stati invece gli juventini a subire l’errore arbitrale decisivo per il risultato di Milan-Juventus, big match del quattordicesimo turno del massimo campionato italiano. Il colpo di costola di Isla, interpretato di ‘mano’ dalla squadra arbitrale e dal quale è scaturito il calcio di rigore vincente di Robinho, è avvenuto infatti all’altezza della porta sita sotto la ‘Curva Nord’ di San Siro, la stesso scenario del goal fantasma del centrocampista ghanese nove mesi fa.

Al ‘Meazza’ non si è assistito ad un incontro da ricordare. La Juventus, visibilmente appannata dalla recente impresa Champions contro il Chelsea, ha regalato un intero tempo, il primo, al Milan disputando la sua peggior prestazione stagionale. I padroni di casa hanno ringraziato ottenendo il massimo con il minimo sforzo, sfruttando al meglio la defaillance arbitrale e contenendo la reazione dei campioni d’Italia nella seconda frazione. Gli ultimi quarantacinque minuti del match infatti hanno visto gli juventini cingere d’assedio la metà campo milanista, palesando però i consueti problemi in fase di realizzazione contro avversari chiusi a riccio.

L’unica soddisfazione della tragica serata juventina potrebbe essere rappresentata dalla ‘compensazione’ degli errori. Un epilogo che, si spera, dovrebbe spegnere definitivamente l’ultima eco delle polemiche della scorsa stagione.

IL TABELLINO

MILAN – JUVENTUS: 1-0

Milan (4-3-3): Amelia; De Sciglio, Mexes (27′ st Zapata), Yepes, Constant; Montolivo, De Jong, Nocerino; Robinho (20′ st Pazzini), Boateng (38′ st Flamini), El Shaarawy. A disposizione: Gabriel, Acerbi, Emanuelson, Strasser, Bojan, Niang. All.: Allegri.

Juventus (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Caceres; Isla (1′ st Padoin), Vidal, Pirlo, Marchisio, Asamoah (27′ st Pogba); Vucinic, Quagliarella (12′ st Giovinco). A disposizione: Storari, Rubinho, Lucio, De Ceglie, Marrone, Giaccherini, Lichtsteiner, Pepe, Matri, Bendtner. All.: Alessio.

Arbitro: Rizzoli

Marcatori: 31′ Robinho

Ammoniti: Nocerino, Yepes (M), Isla, Bonucci, Marchisio, Giovinco (J)

Commenti