Germania: Löw ha già diramato le convocazioni per l’Europeo

A pochi giorni dal ritiro in Sardegna l'allenatore tedesco ha già le idee chiare su chi portare in Ucraina. Resta da smaltire un gruppo di 27 elementi.

di Ernesto Vanacore 7 Maggio 2012 17:15

I maggiori campionati europei devono ancora concludersi e c’è chi, alla guida della propria Nazionale, ha già deciso chi portare con sè ai Campionati Europei che si terranno a giugno in Polonia e Ucraina. Si tratta di Joachim Löw, allenatore della Germania, che nella sua carriera di calciatore aveva militato nella Germania Ovest, oltre ad essere una bandiera del Friburgo.

Per adesso la sua lista di convocati prevede ben 27 calciatori, mentre agli Europei potranno partecipare un massimo di 23 componenti. La prima tappa del ritiro dei tedeschi sarà la Sardegna, e nello specifico la Costa Smeralda. La squadra di Low sbarcherà nell’Isola italiana dall’11 al 18 maggio e svolgerà la prima parte di preparazione alla competizione prima di partire per la Francia, dove svolgerà la seconda parte prima del definitivo trasferimento in Polonia-Ucraina. Ogni tappa prevede l’eliminazione di due componenti dal gruppo che partirà in ritiro.

Di seguito, la lista completa dei convocati:

Portieri: Neuer (Bayern Monaco), Wiese (Werder Bremen), Zieler (Hannover 96), ter Stegen (Borussia Mönchengladbach).
Difensori: Badstuber (Bayern Monaco), Jerome Boateng (Bayern Monaco), Lahm (Bayern Monaco), Howedes (Schalke 04), Hummels (Borussia Dortmund), Schmelzer (Borussia Dortmund), Mertesacker (Arsenal).
Centrocampisti: Bender (Borussia Dortmund), Götze (Borussia Dortmund), Ilkay Gundogan (Borussia Dortmund), Bender (Bayer Leverkusen), Draxler (Schalke 04), Schürrle (Bayer Leverkusen), Kroos (Bayern Monaco), Thomas Müller (Bayern Monaco), Schweinsteiger (Bayern Monaco), Khedira (Real Madrid), Mesut Özil (Real Madrid), Reus (Borussia Mönchengladbach).
Attaccanti: Cacau (Stoccarda), Gómez (Bayern Monaco), Klose (Lazio), Podolski (Colonia).

La Germania parte sicuramente tra le favorite della competizione, dopo aver collezionato un buon terzo posto al Mondiale del 2010, un secondo posto a Euro 2008 e un altro terzo posto al Mondiale del 2006. La tradizione del calcio tedesco riporta dunque numerosi risultati positivi e, a detta del suo allenatore, la squadra che si appresta a partecipare al prossimo Europeo più competitiva rispetto a quelle viste nelle passate edizioni. Bisognerà vedere se raggiungerà la finale di Kiev il primo luglio.

Commenti