Cristiano Ronaldo mostra il dito medio ai tifosi bosniaci, è già tensione

Ronaldo reagisce agli insulti dei tifosi bosniaci e gli mostra il dito medio, il fuoriclasse inoltre dichiara "mi invidiano perchè sono bravo, ricco, e bello".

di Ivano Sorrentino 11 Novembre 2011 13:31

E’ arrivato il moento delle sfide play-off per la qualificazioni ai prossimi europei, tra le gare in programma spicca il match tra Bosnia e Portogallo. I bosniaci infatti hanno sopreso tutti raggiungendo il secondo posto del loro girone e acquisendo dunque la possibilità di poter giocare una partita fondamentale per tutto il movimento calcistico del paese balcanico, ovvero gli spareggi per accedere alla fase finale della manifestazione continentale.La Bosnia però dovrà vedersela con una delle cosiddette “big” del panorama europeo, ovvero il Portogallo di Cristiano Ronaldo che nonostante abbia stentato durante le qualificazioni vuole a tutti i costi giocare la manifestazione.

I lusitani ovviamente contano tantissimo sul loro fuoriclasse Ronaldo, un giocatore che però non ha sempre replicato i grandi numeri di cui è capace con la maglia del Real Madrid anche con la casacca della sua nazionale. In Bosnia temono però tantissimo il calciatore e sin dall’arrivo della rappresentativa portoghese all’aereoporto hanno cominciato a prendere di mira Ronaldo con fischi e cori che inneggiavano al suo acerrimo rivale, ovvero l’argentino Leo Messi. Nonostante queste prime contestazioni il giocatore si era comunque dichiarato tranquillo avendo sottolineato come anche lo sfottò è una componente fondamentale del calcio di oggi.

La pazienza di Ronaldo si è però ben presto esaurita e mentre il Portogallo effettuava un allenamento, durante l’ennesimo coro offensivo dei tifosi bosniaci il calciatore ha mostrato loro il dito medio, un gesto che esprime un significato semplice e internazionale. Ovviamente la cosa non è stata accolta bene sia dagli già adirati tifosi di casa, sia dalla stampa portoghese che ha sottolineato come un campione debba soprassedere a questi fenomeni. Cristiano Ronaldo però non sembra essersi pentito del gesto, il campione infatti si è scagliato contro i contestatori dichiarando la sua personale motivazione a cotanto odio.Mi invidiano perchè sono bello, ricco, e famoso” queste sono state le sue parole, quel che è certo è che la gara si giochera sicuramente in un clima rovente.

Commenti