Calcioscommesse: Conte-FIGC, nessun accordo al TNAS

I legali della parti sono stati due ore davanti al collegio arbitrale del Tribunale Nazionale di Arbitrato per lo Sport.

di David Spagnoletto 2 Ottobre 2012 15:34

Non sono bastate due ore davanti al collegio arbitrale del Tribunale Nazionale di Arbitrato per lo Sport per trovare un accordo fra Antonio Conte e la Federazione italiana giuoco calcio in merito alla squalifica per il calcioscommesse. Davanti a Massimo Zacchero c’erano gli avvocati Giulia Bongiorno, Antonio De Rensis e Luigi Chiappero in rappresentanza dell’attuale tecnico della Juventus (all’epoca dei fatti contestati alla guida del Siena) e i legali Luigi Medugno e Letizia Mazzarelli per la Figc.

Il tentativo di conciliazione è fallito davanti al TNAS , che a questo punto si pronuncerà sulla questione entro il 7 ottobre come da accordo fra le parti. Le motivazioni, invece, verranno rese note entro il 15 novembre.

Il nodo della questione è l’ammissibilità dell’audizione dell’ex calciatore del Siena, Salvatore Mastronunzio, dell’ex medico sociale del club e dell’ex vice di Conte, Cristian Stellini, come richiesto dalla difesa del mister dei campioni d’Italia e di quella dello stesso Stellini e di Filippo Carobbio, come richiesto dagli avvocati della Federcalcio.

Commenti