Antonio Conte farà causa al Fatto Quotidiano

Conte contro la testata giornalistica. Secondo alcune indiscrezioni si va verso la prima udienza della causa civile intentata dal tecnico

di Antonio Pio Cristino 9 febbraio 2013 9:25

Antonio Conte querelerà il Fatto Quotidiano? Stando alle indiscrezioni che si rincorrono nel mondo dell’informazione, tale ipotesi potrebbe verificarsi a breve. L’allenatore della Juventus era stato attaccato dalla testa giornalistica diretta da Antonio Padellaro per via del suo coinvolgimento nel ‘Calcioscommesse’ italiano.

Secondo le indiscrezioni raccolte da IlSussidiario.net, il Tribunale civile di Torino avrebbe fissato la data della prima udienza della causa che l’allenatore salentino avrebbe intentato contro il quotidiano, il prossimo 28 marzo. In particolare Conte e i suoi legali, Luigi Chiappero e Antono De Rensis, contesterebbero alcuni articoli ritenuti diffamatori, a firma dei giornalisti della testata. Il Fatto Quotidiano infatti ha spesso inserito il nome dell’allenatore della Juventus nei reportage sulle inchieste delle Procure di Cremona e Bari sul sistema del ‘Calcioscommesse’. Il Fatto inoltre avrebbe chiamato in causa Conte anche su un’altra vicenda, la cessione ad Antonio Percassi dell’Atalanta, squadra di cui il tecnico fu allenatore dall’estate 2009 fino al 7 gennaio 2010. Il passaggio di proprietà fu infatti oggetto di un’indagine della Magistratura per via di alcuni presunti ricatti da parte della tifoseria organizzata della squadra di Bergamo.

Per quanto concerne il ‘Calcioscommese’, Antonio Conte fu squalificato dalla Giustizia sportiva ad una pena di dieci mesi, poi ridotta a quattro, per omessa denuncia legata alla sfida Albinoleffe-Siena del maggio 2011. In quel periodo infatti Conte era alla guida della compagine toscana, che, secondo le ricostruzioni del pentito Filippo Carrobbio, decise di perdere la gara a favore dei lombardi allenati da Emiliano Mondonico.

Le motivazioni della squalifica rilevavano il fatto che Conte ‘non poteva non sapere’ della combine, alla organizzazione della quale avrebbe partecipato anche il suo secondo Stellini. Conte si è sempre dichiarato innocente rigettando qualsiasi ipotesi di coinvolgimento, sostenuto in questa sua battaglia anche dalla società F.C. Juventus e dal suo presidente Andrea Agnelli. L’allenatore ha finito di scontare il lungo stop lo scorso 9 dicembre, ritornando sulla panchina della Juve in occasione della trasferta di Palermo.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti