Bertolo denunciato dalla Polizia per guida in stato d’ebbrezza

Il centrocampista laterale del Palermo nei guai

di Leonardo Andreaus 6 Agosto 2012 13:06

Stavolta l’ha combinata grossa Nicholas Santiago Bertolo, giocatore argentino rosanero. Stamane, alle 5.00, l’atleta non si è fermato all’alt di una pattuglia della Polizia sita a Palermo ed è fuggito lungo le viuzze del centro storico della città. L’inseguimento della Bmw X6 del giocatore è durato solo poche centinaia di metri, ma prima del fermo, Bertolo ha zigzagato lungo Corso Vittorio Emanuele (una delle arterie principali di Palermo), imboccando poi strade in controsenso verso la Cala. Per di più, al momento del blocco in via Francesco Crispi, dove due volanti della Polizia hanno fermato l’auto di lusso, la versione delle autorità sarebbe che l’argentino avrebbe pure tentato di aggredire un poliziotto. L’esterno rosanero è risultato poi positivo al test alcoolemico: rilevati valori di 1,90 al primo controllo e di 1,70 al secondo, a fronte del tetto massimo di 1,50.

Pesante il bilancio della bravata notturna: ritiro della patente, denuncia per guida in stato d’ebbrezza, minacce e oltraggio a pubblico ufficiale e bolide sotto sequestro. Ma la botta è pesante anche per il Palermo, che adesso sarà costretto a intervenire nei confronti del giocatore. Il club al momento ha scelto di aspettare, cercando prima di ascoltare sia la versione di Bertolo, che della Polizia. Il comunicato ufficiale del Palermo presente sul sito cita: “La società rosanero comunica di avere appreso negli ultimi minuti quanto sarebbe accaduto nel corso di questa mattina al calciatore Nicolas Bertolo. L’US Città di Palermo, una volta verificato quanto occorso al suo tesserato ed ascoltata la sua versione e quella degli organi competenti, deciderà eventuali provvedimenti“.

Nuovi foschi pensieri quindi per il neotecnico rosanero Giuseppe Sannino, che dopo la partenza dei big Viviano, Balzaretti e Silvestre, ora dovrà avere a che fare anche con questo spiacevole inconveniente, assolutamente evitabile. Sannino è un tecnico molto ligio alle regole e non ha mai gradito giocatori svagati in rosa. Bertolo era titolare nel suo Palermo, ma ora?

Commenti