Il calciatore Christian Obodo rapito in Nigeria

Il centrocampista, in Italia dal 2001, è stato costretto a scendere con forza dalla sua auto mentre si stava recando in chiesa.

di Simona Vitale 9 giugno 2012 16:47

Il 28enne giocatore nigeriano Christian Obodo, centrocampista di proprietà dell‘Udinese, ma che nella stagione 2011-12 ha giocato con il Lecce, poi retrocesso in serie B, sarebbe stato rapito questa mattina in Nigeria, secondo quanto riportato dal sito SuperSport.com. Il giocatore, che è in Italia dal 2001, sarebbe stato fermato da un gruppo di uomini armati nella periferia di Warri, sua città natale, mentre si stava recando in Chiesa.

Obodo era al volante della sua auto quando è stato costretto a scendere con forza dalla sua vettura, lasciata poi a due passi dalla Chiesa. Il funzionario del governo del Delta State, quello in cui si è ubicata la città di Warri, ha confermato l’effettivo rapimento del centrocampista.

Le informazioni sono ancora frammentarie, ma mi è stato riferito che mentre era al volante della sua auto, che aveva una targa speciale è stato fermato e rapito. Sembra che proprio la targa personalizzata abbia attirato l’attenzione dei rapitori, che avevano notato Obodo mentre si dedicava alla vita notturna la sera precedente.

Queste le parole del funzionario. Per il momento alla famiglia non è arrivata alcuna richiesta di riscatto.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti