Anche Vieira striglia Balotelli

Il centrocampista ex Inter Vieira parla all'attaccante azzurro Balotelli alla vigilia del match contro l'Inghilterra.

di Ivano Sorrentino 23 giugno 2012 17:22

Sembra ormai essere una moda quella di strigliare Mario Balotelli e invogliarlo ad essere più maturo e ad assumersi le sue responsabilità. Dopo le parole della Seredova di ieri oggi è il turno dell’ex centrocampista dell’inter Vieira, un giocatore che conosce molto bene “Supermario” in quanto ha giocato con lui sia all’Inter che al Manchester City. Ecco le parole di Vieria:

“Mario farà 22 anni ad Agosto e ha raggiunto un punto nella sua vita e nella sua carriera in cui deve imparare dai propri errori e dimostrare che è un uomo e non più un ragazzino. La gente perderà la pazienza con te e si stancherà di aiutarti se non migliori la tua condotta o non impari dai tuoi errori. Penso che a volte può essere difficile per Mario accettare le critiche perchè quando la gente ti dice che diventarai il migliore può esser difficile capire quando sei nel torto. Ma credo davvero che Mario è pronto per accettare di essere aiutato e Mancini è preparato per sostenerlo”.

Viera dunque è convinto delle enormi potenzialità del giocatore italiano e pensa che i suoi limiti siano solamente mentali. Proprio per questo Vieira esorta Balotelli a dare tutto nella gara contro gli inglesi in quanto con la sua velocità potrebbe mettere in difficoltà la retroguardia britannica:

“Sono sicuro che giocherà da titolare. Ha avuto un ottima occasione contro la Spagna in cui avrebbe dovuto segnare e poi un’altra gara senza segnare contro la Croazia, ma in entrambe le occasioni ha lavorato tanto per la squadra. Prandelli deve ancora decidere se schierarlo contro l’Inghilterra ma penso che con la sua forza fisica può mettere in difficoltà Terry e Lescott. “Penso che abbiamo visto anche che Mario ha il potenziale per essere un leader, uno di grande carattere. Basta guardarlo quando calcia un rigore. E’ così freddo in quelle situazioni, avere la fiducia necessaria per prendere la palla e metterla sul dischetto significa che sei pronto a prenderti le tue responsabilità”.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti