Inghilterra, Hodgson: “L’Italia? Noi siamo come lo scorpione”

Il tecnico inglese ricorre alle favole per spiegare alla stampa le sue aspettative riguardo il match con gli azzurri.

di Ernesto Vanacore 23 giugno 2012 18:27

I quarti di finale dell’Europeo sono arrivati a metà corsa e ci sono già le prime due semifinaliste, Germania e Portogallo, pronte a darsi battaglia con le ancora incerte avversarie. Stasera è il turno di Francia e Spagna, per vedere chi sfiderà proprio Cristiano Ronaldo e compagni ad un passo dalla finale. Domani sera toccherà invece a Italia e Inghilterra scendere in campo a Kiev, così da poter sfidare i tedeschi in semifinale, e l’allenatore britannico Roy Hodgson, non ha nascosto le sue aspettative in conferenza stampa, alla vigilia della partita:

“La conoscete la favola dello scorpione e della rana?” Così ha esordito l’allenatore inglese alla vigilia del match con l’Italia, proseguendo: “Lo scorpione chiede alla rana di essere trasportato sulla sua schiena per passare da una riva all’altra del fiume. Al termine della traversata, lo scorpione punge la rana. ‘Mi ringrazi così?’, dice la rana prima di morire. ‘E’ la mia natura’, replica lo scorpione”. Un modo per dire che l’Inghilterra lascerà giocare l’Italia per poi colpirla velocemente e dolorosamente nel finale. Hodgson poi chiude la polemica a distanza con l’ex ct Fabio Capello, iniziata da Wayne Rooney qualche giorno fa, spiegando: “Non ho bisogno dei consigli di Capello per battere gli azzurri”.

2 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti